Abano Terme, arrestato il sindaco neoelettoArrestato il neoeletto sindaco di Abano Terme.

E’ stato tratto in arresto il sindaco di Abano Terme, Luca Claudio, eletto con l’appoggio del centrodestra.

Le accuse mosse sono di corruzione, concussione, appropriazione indebita. Si tratta di accuse riguardanti appalti assegnati sin dal 2008 e riguardanti sia Abano Terme che Montegrotto, dove pure Luca Claudio era stato sindaco.

Gli appalti contestati riguardano un giro di presunte tangenti piuttosto generalizzato, che va dall’edilizia pubblica alla manutenzione del verde, all’edilizia scolastica.

Per l’accusa si tratterebbe della riscossione di tangenti del 10% sui lavori assegnati. La relativa ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata disposta dal Gip di Padova.

Nella stessa ordinanza c’è anche Massimo Bordin, già sindaco di Montegrotto, e alcuni altri imprenditori, indagati solo per corruzione oppure per riciclaggio e corruzione.

Poi ci sono anche altre 18 persone indagate a piede libero nello stesso procedimento.

Al momento, da parte della Guardia di Finanza, sono in corso decine di perquisizioni negli uffici e nelle abitazioni degli arrestati e degli indagati.

Insomma, sembra che da quelle parti il sistema del 10%, almeno stando a quello che dicono gli inquirenti, fosse una cosa abbastanza normale e standardizzata.