Tante stelle cadenti e pianeti visibili quest'anno ad Agosto. Agosto 2016 sarà, da un punto di vista astronomico, veramente fantastico. Ci saranno le famose Perseidi, le stelle cadenti della notte di San Lorenzo, residuo di pezzi di una cometa chiamata Swift Tuttle. Ma già nei primi giorni del mese avremo l'opportunità di osservare altri sciami meteorici, come quelli chiamati Alfa Capricornidi e Alfa Arietidi. Ma di sciami ce ne saranno ancora, provenienti dalla costellazione dell'Aquila e poi da quella dell'Acquario. Per quel che riguarda le Perseidi, le cosiddette lacrime di San Lorenzo, il picco massimo di caduta dei meteoriti dovrebbe essere intorno al giorno 11 di agosto. Se comunque, nel frattempo, siamo dotati di un buon telescopio, avremo occasione di osservare alcune interessanti congiunzioni di pianeti, come quella fra Marte e Saturno, ben visibili per tutto il mese di agosto, e quella fra Venere e Giove, un po' più difficili da osservare perché bisogna coglierli nella prima parte della serata subito dopo il tramonto. Particolarmente interessanti da ammirare, anche con piccoli telescopi, sono Giove con la sua macchia rossa e le bande orizzontali, nonché lo splendido Saturno con i suoi anelli, spettacolo unico nel cielo notturno.

Tante stelle cadenti e pianeti visibili quest’anno ad Agosto.

Agosto 2016 sarà, da un punto di vista astronomico, veramente fantastico.

Ci saranno le famose Perseidi, le stelle cadenti della notte di San Lorenzo, residuo di pezzi di una cometa chiamata Swift Tuttle.

Ma già nei primi giorni del mese avremo l’opportunità di osservare altri sciami meteorici, come quelli chiamati Alfa Capricornidi e Alfa Arietidi.

Ma di sciami ce ne saranno ancora, provenienti dalla costellazione dell’Aquila e poi da quella dell’Acquario.

Per quel che riguarda le Perseidi, le cosiddette lacrime di San Lorenzo, il picco massimo di caduta dei meteoriti dovrebbe essere intorno al giorno 11 di agosto.

Se comunque, nel frattempo, siamo dotati di un buon telescopio, avremo occasione di osservare alcune interessanti congiunzioni di pianeti, come quella fra Marte e Saturno, ben visibili per tutto il mese di agosto, e quella fra Venere e Giove, un po’ più difficili da osservare perché bisogna coglierli nella prima parte della serata subito dopo il tramonto.

Particolarmente interessanti da ammirare, anche con piccoli telescopi, sono Giove con la sua macchia rossa e le bande orizzontali, nonché lo splendido Saturno con i suoi anelli, spettacolo unico nel cielo notturno.