Cia, Brennan: l'Isis addestra terroristi per colpire l’occidenteSecondo John Brennan, direttore della Cia, l’Isis sta addestrando terroristi per compiere attentati in occidente.

Questo sarà segnalato nelle prossime ore anche al Congresso Usa. Si tratta di una specie di reazione del Califfato, belva ferite per le ingenti perdite e sconfitte subite recentemente, sia in termini di territori che di uomini.

Insomma, vere e proprie tattiche di guerriglia all’estero, composte di piccoli gruppi o addirittura di realtà singole, pronti a colpire ovunque se ne presenti l’occasione.

Brennan parla di un apparato in allestimento da parte dei terroristi, che si metta in condizione di coordinare e ispirare attentati di grande portata, come quelli avvenuti sia a Parigi che a Bruxelles.

Nondimeno l’Isis punta anche a esortare, a stimolare lupi solitari a commettere attentati, come quello terribile avvenuto di recente negli Stati Uniti, che ha visto la morte di una cinquantina di persone.

Brennan è anche preoccupato per il ramo dell’Isis presente in Sinai, che è diventato il gruppo terroristico più attivo e preparato presente in Egitto, attaccando l’esercito e il governo egiziano oltre che obiettivi stranieri e turistici, come l’abbattimento di un aereo russo lo scorso ottobre.