Consiglio di Stato: sì al Registro delle Unioni Civili

Consiglio di Stato: sì al Registro delle Unioni CiviliIl Consiglio di Stato dice “sì” al Registro delle Unioni Civili.

C’è il via libera del Consiglio di Stato, tramite apposito decreto, al registro delle Unioni Civili, Partorito dall’ormai famosa legge Cirinnà.

La notizia è stata comunicata dal Presidente del Consiglio di Stato Alessandro Pajno, in una conferenza stampa convocata a Palazzo Spada.

Il Presidente della sezione atti normativi dell’organo costituzionale, Franco Frattini, precisa: “Era un provvedimento urgente, ampiamente atteso, Abbiamo acceso la luce sul nuovo istituto di stato civile, su cui ora si esprimerà il garante della privacy”.

“Mi auguro che la concreta operatività, già prima di Ferragosto, possa consentire di attuare il diritto di coloro che stanno richiedendo di costituire un’unione civile, che trova il suo fondamento nel principio costituzionale delle formazioni sociali garantite, ancorché si tratti di un istituto diverso dal matrimonio”.

Per quel che attiene all’eventuale obiezione di coscienza dei sindaci, Frattini non sembra preoccupato: “La legge non ne parla esplicitamente. In ogni caso, il testo legislativo fa riferimento non ai sindaci in particolare, ma parla di ufficiali di stato civile: si tratta di una platea talmente ampia da garantire comunque l’applicazione della norma”.

Delle eventuali responsabilità penali dei sindaci che si rifiutano di celebrare le Unioni Civili, ancora non se ne è parlato.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.