Il cemento mangia 8km di coste anno

Le coste italiane sempre più “divorate” dalla cementificazione, le statistiche sono davvero preoccupanti e le percentuali da mettere le mani nei capelli.

Le stime sono state fatte da Legambiente con il nuovo rapporto annuale “Ambiente Italia 2016”, nel quale si legge prima di tutto che circa il 51% del litorale delle nostre coste è stato “mangiato” da strutture costruite negli ultimi 10-20 anni.

Dunque oltre la metà delle nostre coste sono state invase da strutture alberghiere, ville e palazzi il tutto racchiuso in una percentuale di 8km di coste ogni anno, dunque le statistiche dicono che ogni giorno la media è di 25 metri.

Il rapporto fatto da Legambiente conferma che se non si interverrà politicamente, l’erosione delle nostre coste non solo proseguirà ma andrà ad un ritmo sempre maggiore, ad oggi sono segnalati almeno 14mila casi di reati ai danni della costa.

Vi sono reati contro le coste italiane e per danni al nostro mare, circa 40 al giorno facendo una stima di 2 reati per ogni chilometro, tra questi ad esempio anche scarichi in mare, infrazioni e pochissimi chilometri sottoposti a vincoli per la tutela.