Kepler svela l’elettrocardiogramma di una stella

Kepler svela l’elettrocardiogramma di una stellaL’elettrocardiogramma di una stella svelato da Kepler.

Come in un vero e proprio elettrocardiogramma, il telescopio spaziale Kepler della Nasa, è riuscito a percepire il battito cardiaco di una stella.

In realtà non si tratta di suoni, ma di tracciati di luce delle stelle binarie, che assomigliano sorprendentemente al tracciato grafico di un elettrocardiogramma, che a sua volta rileva i battiti e gli altri suoni del cuore.

Solo che, ovviamente, la questione per le stelle binarie è completamente diversa, anche perché in questo caso i cuori sono due.

Infatti, le stelle binarie sono astri che ruotano intorno ad uno stesso baricentro. Questo tipo di sistemi è particolarmente interessante da studiare.

Infatti, in un sistema cosiddetto heartbeat, battito del cuore, le stelle possono avvicinarsi notevolmente durante le loro orbite, al punto che la mutua influenza gravitazionale fa sì che entrambe assumano una forma ellittica, in luogo di quella classica rotondeggiante.

Il dilatarsi delle forme è ovviamente favorito dalla composizione delle stelle stesse, che è completamente gassosa.

Se due corpi solidi invece ruotassero vicini, si avrebbe quasi esclusivamente un effetto sulle loro orbite, e non sulla morfologia dei corpi stessi. Kepler ha scoperto diverse stelle binarie con le caratteristiche sopra descritte.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.