Lavoro, 21mila occupati in più a maggio di quest'annoLavoro, 21mila occupati in più a maggio di quest’anno.

L’Istat riporta alcuni dati interessanti sul mercato del lavoro. Ci sono quasi trecentomila nuovi occupati rispetto a un anno fa, gran parte dei quali assunti con contratto a tempo determinato, per la precisione 248mila.

Per contro, si contano 175mila disoccupati in meno e 305mila inattivi in meno. Un dato interessante è che a maggio la crescita degli occupati rispetto ad aprile, riguarda soprattutto le donne.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha commentato: “Da febbraio 2014 a oggi in Italia gli occupati sono cresciuti di 479mila unità. L’80% di questi contratti sono a tempo indeterminato. I numeri parlano chiaro e sono più forti di qualsiasi polemica”.

Per Renzi, dunque, questi sono gli effetti del Jobs Act, anche se si può e di deve fare sempre di più.

Non la pensano proprio così i sindacati. La Cgil ha depositato le firme per tre referendum sulla cancellazione dei voucher, sulla reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti, su una nuova tutela reintegratoria in caso di licenziamento illegittimo.

Per Guglielmo Loy, della Uil, l’Italia è “al terzo mese consecutivo con una crescita dell’occupazione dello zero virgola”.