Puglia, scontro treni: indagati i dirigenti di FerrotranviariaScontro treni in Puglia, indagati anche i dirigenti di Ferrotranviaria.

Ci sono altri indagati a seguito dell’incidente ferroviario avvenuto in Puglia fra Corato e Andria. Nel terribile incidente, lo rammentiamo, hanno perso la vita 23 persone.

La Procura di Trani ha iscritto ufficialmente nel registro degli indagati Gloria Pasquini, presidente della società Ferrotranviaria; Massimo Nitti, direttore generale della società; Michele Ronchi, direttore di esercizio; inoltre il capotreno del convoglio partito dalla stazione di Andria, Nicola Lorizzo, il quale è sopravvissuto all’incidente e si trova ricoverato al Policlinico di Bari.

I reati ipotizzati sono quelli di omicidio colposo plurimo, disastro ferroviario, lesioni personali colpose plurime. Precedentemente erano stati iscritti nel registro degli indagati i capistazione di Corato e Andria, Alessio Porcelli e Vito Piccarreta.

Ma gli inquirenti hanno subito detto che imputare la responsabilità ai soli due capistazione era sicuramente riduttivo.

Infatti, sono cominciate le verifiche e i controlli sui finanziamenti pubblici arrivati a Ferrotranviaria e sui rapporti della società con la Regione Puglia, circa i gravi ritardi riguardo all’ammodernamento e al raddoppio della linea ferroviaria, che doveva passare da binario unico a doppio binario.

Intanto i funerali di molte delle vittime si terranno sabato 16 luglio nel palazzetto dello sport di Andria.