Reddito d’inclusione, la Camera vota la legge

Reddito d'inclusione, la Camera vota la leggeLa Camera dei Deputati vota il reddito d’inclusione.

Il disegno di legge delega sulla povertà, collegato alla legge di stabilità 2016, ha avuto il via libera dalla Camera.

Si tratta di un provvedimento che riguarda norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali.

Il disegno di legge delega è passato con 221 voti a favore, 22 contro e 63 astenuti. All’interno del provvedimento ci sono norme che riguardano il cosiddetto reddito di inclusione, che riguarda famiglie e singole persone in condizioni di grave difficoltà economica.

Il Presidente Matteo Renzi, in un Tweet, ha scritto: “La prima misura organica della storia repubblicana contro la povertà approvata oggi in prima lettura. 1,6 miliardi in due anni”.

Nettamente contrario il Movimento 5 Stelle, che ha rimproverato al governo di aver quasi copiato la locuzione del loro famoso “reddito di cittadinanza”, sostituendola con “reddito di inclusione”.

Luigi Di Maio, reduce dalla figuraccia israeliana dove non l’hanno fatto entrare a Gaza, ha parlato di “ipocrisia”.

Alessandro Di Battista invece ha parlato di una “mancetta”. Per i pentastellati il fondo è assolutamente insufficiente e si concretizzerà al massimo in un contributo di 400 euro mensili.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.