Renzi, i furbetti del cartellino saranno stangatiPer il Premier Matteo Renzi i furbetti del cartellino saranno stangati.

Ormai questa storia dei furbetti del cartellino dura da qualche tempo immemore e nessuno ci ha mai messo seriamente le mani. Molti sono i furbetti, molti più di quanto pensiamo.

Molti sanno e fanno finta di niente, e c’è chi addirittura fa collezione di cartellini per timbrarli tutti quanti insieme.

Mentre nel privato, comunque, un certo qual controllo c’è sempre, il proverbiale lassismo e menefreghismo della Pubblica Amministrazione ha portato a quella che è una vera e propria truffa ai danni dello Stato.

Ecco che allora, finalmente, il governo ha deciso di muoversi con maggiore decisione, dando una stretta al tutto.

In una conferenza stampa, il Presidente del Consiglio ha spiegato: “Il Consiglio dei Ministri ha votato alcuni provvedimenti sulla P.A. di grande importanza. Se mi freghi ti stango, se lavori bene premio il tuo lavoro”.

“Per chi viene beccato a timbrare il cartellino e andarsene la pacchia è finita, non c’è la lunga trafila. Il furbetto del cartellino va a casa in modo cattivo”.

Poi il Ministro Marianna Madia aggiunge: “Per il dirigente che si gira dall’altra parte è previsto il licenziamento come sanzione già definita, previo procedimento disciplinare”.