Renzi, più rispetto fra politici e magistratiMatteo Renzi dice che fra politica e magistrati ci vuole più rispetto.

“Tutti i giorni leggo polemiche tra politici e magistrati, un film già visto per troppi anni, afferma il premier. Personalmente ammiro i moltissimi magistrati che cercano di fare bene il loro dovere”.

“E anche i moltissimi politici che provano a fare altrettanto. Il rapporto tra politici e magistrati deve essere molto semplice: il politico rispetta i magistrati e aspetta le sentenze. Il magistrato applica la legge e condanna i colpevoli. Io rispetto i magistrati e aspetto le sentenze. Buon lavoro a tutti”.

Questa la risposta del Premier dopo le parole dure di Piercamillo Davigo, neo presidente dell’Anm, che in un’intervista aveva fatto capire sostanzialmente che se non tutti i politici sono corrotti, ci si arriva molto vicini.

Brutto segnale per la politica, per la magistratura e per il Paese. Beppe Grillo, ovviamente, si è affrettato a dare ragione a Piercamillo Davigo, dicendo che è una persona stimabile e preparata.

Ma Davigo è stato criticato anche da Raffaele Cantone, presidente dell’autorità nazionale anticorruzione, il quale ha usato parole sagge e di moderazione per ricondurre lo scontro fra politici e magistrati in un ambito di correttezza.