Iot, l'Internet delle cose, penetra sempre più anche in ItaliaIot, Internet of things, ossia l’Internet delle cose, penetra sempre più anche in Italia.

In altre parole si tratta della domotica, cioè il governo degli oggetti di casa da remoto, l’automazione degli elettrodomestici, dell’impianto luce, del riscaldamento e così via.

Si è partiti ovviamente dagli Stati Uniti, ma adesso Iot sta arrivando anche a Milano e a Roma. Ci ha pensato Amazon a fare la classifica in Italia della vendita di dispositivi per la casa intelligente.

Al primo posto c’è Milano, al secondo posto si piazza la Capitale, al terzo posto c’è Trieste, Bologna è al quarto posto, Cremona al quinto posto, Aosta è settima.

Per quanto attiene alle Regioni, sbaraglia il campo la Lombardia, con 6 province ai primi 6 posti. Le meno automatizzate fra le grandi città sono Genova, Napoli, Palermo.

Per quel che concerne la tipologia dei prodotti acquistati, vanno per la maggiore quelli che riguardano l’illuminazione e quelli che riguardano la fornitura energetica.

In base ad un’analisi condotta dall’Osservatorio Internet of things del Politecnico di Milano, quasi otto Italiani su dieci sono disponibili ad acquistare prodotti per la smart home, e già il 25% lo farà durante il 2016.