Hangar 18: Velivoli e corpi alieni nascosti all’interno

Hangar 18 Velivoli e corpi alieni nascosti interno

Secondo alcune teorie che si stanno diffondendo in rete, sarebbero presenti velivoli alieni e cadaveri alieni all’interno dell’hangar 18 della base dell’aeronautica americana.

E c’è persino una stanza sigillata e sorvegliata dove sono conservate le prove fisiche del famigerato incidente aereo di Roswell, come riporta il portale Daily Star.

I sostenitori di questa tesi ritengono che la base dell’aeronautica americana è un rifugio segreto per il relitto del famoso incidente aereo di Roswell, corpi alieni, dischi volanti e molto altro.

Si dice che l’Hangar 18 sia stato coinvolto in attività extraterrestri dagli anni ’40. Si presume che anche gli alieni viventi possano nascondersi lì.

Tutto questo è presumibilmente conservato in una stanza sigillata e sorvegliata soprannominata Blue Room, ispirata al Blue Book Project, che era l’indagine ufficiale del governo degli Stati Uniti su dozzine di avvistamenti di UFO.

La maggior parte delle teorie che circondano l’Hangar 18 hanno a che fare con l’incidente aereo di Roswell. Nel 1947, l’esercito emise un comunicato stampa in cui affermava che era stato trovato un “disco volante” che si era schiantato nelle vicinanze, come riportato a sua volta da The Sun.

Hangar 18 Velivoli e corpi alieni nascosti interno

Tuttavia, una successiva dichiarazione è stata poi rilasciata dalla base aeronautica di Fort Worth, in Texas, confutando il precedente rapporto, secondo cui si trattava di un pallone sonda.

Più tardi, nel 1994, i funzionari hanno riconosciuto che un dispositivo spia della Guerra Fredda si era schiantato a Roswell, ma questo ha fatto poco per placare i teorici della cospirazione.

I credenti UFO credono che il relitto dopo l’incidente sia stato trasportato all’Hangar 18, dove continua ancora oggi. Questa convinzione deriva dai rapporti degli ex piloti alla base.

Ne ha parlato in particolare Oliver Henderson, che ha confessato alla moglie di aver pilotato un aereo carico di rottami UFO proveniente da Roswell. L’americano ha anche condiviso che stava trasportando diversi piccoli corpi alieni.

Un’altra storia viene dai figli di un veterano della seconda guerra mondiale che affermano che il loro padre disse loro di aver visto un alieno vivente in una base in Ohio nel 1947.

Si dice che abbia dichiarato: “È stato un peccato che i militari abbiano distrutto questa creatura mettendola alla prova”.

Il senatore repubblicano Barry Goldwater ha anche dichiarato di aver cercato di entrare nella cosiddetta Blue Room nei primi anni ’60, ma è stato fermato dal generale Wright-Patterson.

Nel 1974, lo scrittore di fantascienza Robert Spencer Carr affermò che i militari tenevano “due dischi volanti di origine sconosciuta” all’interno dell’hangar, secondo quanto riportato dal Tampa Tribune.

Inoltre, ha notato di avere una fonte di alto rango nell’esercito che ha visto 12 corpi di alieni operati alla base. La sua dichiarazione è stata ispirata da un film del 1980 chiamato Hangar 18.