Novanti anni per il grande attore Jerry Lewis

Novanti anni per il grande attore Jerry LewisIl grande Jerry Lewis ha compiuto novanta anni.

Lo ricordiamo in Scusi dov’è il fronte, un grande film contro la stupidità della guerra, girato nel 1970. Oppure in The Kid, con la sua comicità esilarante.

E ancora in King of Comedy, con un regista del calibro di Martin Scorsese e un attore dello spessore di De Niro.

Con il suo umorismo un po’ irregolare, un po’ irritante e forse a volte anche scorretto. Un po’ convulso, un po’ imbarazzato, un po’ picchiatello, un po’ bambinone consapevole. Insomma, un po’ di tutto.

La sua faccia indimenticabile, pulita, ingenua, quel volto tanto liscio e regolare da essere bello.

Una comicità apprezzata dagli Americani, ma forse non a sufficienza, una comicità irregolarmente americana, forse più europea. E una naturalità sconcertante nell’interpretazione.

Una macchietta talmente forzata da essere veramente divertente, da diventare, per l’appunto, assolutamente naturale.

Tutto questo era ed è Jerry Lewis, col suo carico di indicibile umanità, forse uno dei maggiori artisti comici dei nostri tempi.

Jerry, comico, regista, sceneggiatore, attore a tutto tondo e qualche volta cantante. Il 16 marzo è la sua festa, e i suoi novanta anni, nonostante gli acciacchi, stanno ancora lì.

Un uomo di New York, un americano a metà, e forse per questo ancora più grande.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.