Anoressia, quali sono i primi sintomi da tenere sotto controllo

redazione

La perdita di appetito è uno stato inferiore al desiderio di una persona di mangiare così tanto che può anche causare perdita di peso e persino malnutrizione, nel rapporto pubblicato dal sito Onlymyhealth, si parla delle cause e dei sintomi dell’anoressia ma anche dei trattamenti per l’anoressia.

Primo sintomo la perdita di appetito

Anoressia quali sono i primi sintomi da tenere sotto controllo

Ci sono molti fattori e cause sottostanti che possono portare all’anoressia come depressione, disturbi alimentari, gravidanza, infezioni, tiroide, malattie renali, problemi genetici e malattie dell’apparato digerente che possono anche essere una causa di anoressia che in molti casi porta all’anoressia. 

I primi sintomi legati alla perdita di appetito sono: Disordini del sonno, sensazione di svenimento, sensazione di vomito dopo aver mangiato, sensazione di freddo costante, perdita di peso improvvisa.

Esistono dei rimedi casalinghi per sopperire a questi primi sintomi? Alcuni alimenti possono venirci incontro:

Le spezie sono state usate nelle nostre case per secoli e non solo aggiungono colore e sapore al nostro cibo, ma hanno anche molti benefici per la salute ad esse associati. Timo, pepe nero, menta, curcuma e cannella possono essere utili per aumentare l’appetito.

Sebbene tutti gli ingredienti utilizzati in questi rimedi casalinghi siano naturali, si consiglia comunque di verificare se si è allergici a qualcuno di essi e di consultare il medico o nutrizionista prima di consumarli.

Next Post

Dolcificanti artificiali: Ecco perchè sono dannosi per la salute

Sono in molti a ricorrere ai dolcificanti artificiali, in alternativa allo zucchero tradizionale, senza accorgersi che non sono meno pericolosi per l’organismo umano, ed è meglio evitarli. Un nuovo studio ha confermato molto chiaramente come questi dolcificanti trasformano i batteri intestinali sani in microbi dannosi con conseguenze disastrose, secondo il […]
Dolcificanti artificiali Ecco perche sono dannosi per la salute