Asia: Economia in crisi per la prima volta dal 1960

redazione

Secondo Asian Development Bank, lo sviluppo dell’economia asiatica colpita dal coronavirus si ridurrà per la prima volta dall’inizio degli anni ’60, con il livello di produzione del prossimo anno ancora al di sotto delle proiezioni pre-pandemiche, anche se la crescita è in ripresa .

Il prodotto interno lordo della regione diminuirà dello 0,7% nel 2020, in calo rispetto alla proiezione di giugno di un aumento dello 0,1%, ha affermato la banca con sede a Manila in un rapporto martedì. Una contrazione quest’anno sarebbe la prima dal 1962, ha detto Yasuyuki Sawada, capo economista dell’ADB, in un briefing in diretta streaming.

La minaccia economica rappresentata dalla pandemia Covid-19 rimane potente, poiché le prime ondate estese o le epidemie ricorrenti potrebbero richiedere ulteriori misure di contenimento“, ha detto Sawada. Le flessioni in tutta l’Asia in via di sviluppo sono più diffuse rispetto alle crisi precedenti, con tre quarti delle economie della regione che dovrebbero ridursi quest’anno, ha affermato.

La Cina invertirà la tendenza e si prevede che quest’anno aumenterà dell’1,8% – invariata rispetto alla proiezione di giugno – poiché le misure di salute pubblica di successo forniscono un trampolino di lancio per la crescita, secondo l’ADB. La crescita dovrebbe accelerare al 7,7% nel 2021, rispetto a una precedente previsione del 7,4%.

In India, dove i blocchi hanno bloccato la spesa privata, il PIL quest’anno si ridurrà del 9%, in netto calo rispetto alla previsione di giugno del -4%, ha affermato l’ADB. Ci sono stati anche forti declassamenti per Filippine e Thailandia, che ora dovrebbero contrarsi rispettivamente del 7,3% e dell’8%.

Economia in crisi per la prima volta dal 1960

I declassamenti hanno tenuto conto del fatto che la pandemia è stata “più grave” di quanto inizialmente previsto, ha detto Sawada in un’intervista martedì con Haslinda Amin e Yvonne Man di Bloomberg TV. “Detto questo, la nostra ipotesi di base è che i rischi per la salute saranno sostanzialmente contenuti entro quest’anno“.

Lo stimolo fiscale “su larga scala” ha contribuito ad attutire il colpo e fornisce una base per un rimbalzo, ha detto Sawada.

La crescita nell’Asia in via di sviluppo – una regione che esclude nazioni avanzate come Giappone, Australia e Nuova Zelanda – rimbalzerà al 6,8% nel 2021, in parte perché sarà misurata rispetto a un 2020 debole, ha detto Sawada. Ciò lascerà comunque il livello del PIL del prossimo anno al di sotto delle proiezioni pre-coronavirus, il che implica che la ripresa è solo “parziale” e “non completa”.

fonte@Bloomberg

Next Post

Due asteroidi transitano vicino alla Terra questa settimana

Due asteroidi hanno sorvolato la Terra da vicino, mostrando in entrambi i casi un evento comune che non ha messo a rischio il nostro pianeta natale. La prima roccia spaziale, un asteroide delle dimensioni di un autobus chiamato 2020 RF3, ha sfrecciato accanto al nostro pianeta a 94.000 chilometri di distanza alle […]
Due asteroidi transitano vicino alla Terra questa settimana