Non tutti i caffè sono uguali, attenzione agli effetti di alcuni

Non tutti i caffe sono uguali attenzione agli effetti di alcuni

Un nuovo studio pubblicato in Norvegia, ha fatto chiarezza sugli effetti di determinati tipi di caffè legati a problemi cardiaci.

Il nuovo studio evidenzia la correlazione tra caffè ed infarto

Secondo un nuovo studio condotto in Norvegia, bere caffè può aumentare o diminuire il rischio di infarto.

Gli scienziati hanno studiato come il tipo di caffè che una persona beve influisce sul colesterolo, che può accumularsi nel sangue e causare blocchi che portano a malattie cardiache.

Nello studio, che ha esaminato più di 20mila persone, le abitudini quotidiane del caffè delle persone sono state classificate in 1-2 tazze, 3-5 tazze e più di 5.

Mentre i tipi di caffè venivano catalogati da tipologia di filtri, polveri e capsule, gli scienziati hanno scoperto che le donne bevevano meno di quattro tazze di caffè al giorno, mentre gli uomini ne bevevano in media cinque tazze.

Nei risultati dello studio, è stato annunciato che il caffè filtro ha aumentato la quantità di colesterolo nel sangue circa un quinto in meno rispetto ad altri tipi di caffè.

I ricercatori hanno aggiunto che, a causa dell’elevato consumo di caffè, anche piccoli effetti sulla salute possono avere conseguenze significative sulla salute.

Dicendo che chi consuma basse quantità di caffè (meno di due tazzine al giorno) non dovrebbe preoccuparsi del tipo di caffè preferito, gli scienziati hanno sottolineato che i fumatori che bevono più di tre tazzine di caffè al giorno dovrebbero prestare attenzione.

Docente di farmacologia clinica e terapia presso la St George’s, University of London, il dott. Dipender Gill ha spiegato: “Sebbene le differenze osservate nella classificazione della popolazione in base al sesso e al metodo di preparazione del caffè siano interessanti, occorre prestare attenzione“.