Vendita cannabis legale: un alimento per i celiaci

La vendita cannabis legale è stata largamente ampliata anche in ambito alimentare. Essendo ricca di proteine, vitamine e principi antiossidanti, la canapa è utilizzabile sotto forma di farina, olio o sementa.

La canapa è utilizzatissima per molteplici scopi. Dall’industria tessile al combustibile: tra questi sta prendendo piede anche nell’ambito alimentare. La canapa è infatti utilizzata anche come cereale, olio o farina per via delle sue proprietà nutritive molto importanti ma non solo: funge da alternativa al frumento per le diete alimentari adatte per i celiaci. La cannabis sativa, d’altronde, è un nutrimento ricco di proteine vegetali e di aminoacidi essenziali, il ché lo rende anche un prodotto ottimo per chiunque voglia seguire un regime alimentare più sano. La cannabis light è una naturale fonte di fibre e contiene anche i gruppi più importanti di vitamine: B1, B2, B6, vitamina D ed E. Ad alto contenuto di potassio e fosforo, ci sono anche grassi estratti dai semi come Omega 3, 6 e 9. Ricco anche di proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, la canapa può essere usata anche per rinforzare il sistema nervoso, per combattere il colesterolo, l’asma ma anche problemi cutanei come l’acne.

Canapa legale in cucina
Solitamente, in cucina, viene utilizzato il seme della pianta, considerato anche come frutto. Una volta giunto a maturazione, il seme di canapa legale viene decorticato dal guscio grigio e viene trasformato e in ultimo commercializzato. Una volta giunta nei negozi di alimenti eco-bio/green o specifici per celiaci, con la canapa alimentare si possono realizzare moltissime ricette. I semi di canapa light possono anche essere utilizzati per realizzare l’Hempu-fu, un tofu di canapa utilizzatissimo nella dieta vegana: è anche utile per rafforzare il sistema immunitario.

In alternativa, con i semi, si possono arricchire le insalate, come tutta la maggior parte dei semi oleosi, ma utilizzati anche per pesti o salse. Fra tutte le lavorazioni alimentari vi è anche la farina, bruna e ambrata leggermente impalpabile che conferisce un gusto di nocciola. La farina consente un utilizzo più versatile nonché più famigliare: può essere utilizzato anche per impasto di pizze o pane e in alcuni casi anche per i dolci. L’olio è anche meno diffuso della farina, ma proveniente tramite la spremitura a freddo dell’erba legale: da utilizzare per condimenti delicati e più leggeri all’insegna di dieta e salute.

redazione

I contenuti pubblicati dalla redazione di Italiaglobale.