Cardinale Sepe, solidarietà a NizzaIl Cardinale Sepe dà la sua solidarietà alla città di Nizza.

Giunge notizia dall’Ansa di Napoli che, riuscendo a dribblare i suoi mille impegni quotidiani, il Cardinale Sepe telefonerà nelle prossime ore al Console Generale di Francia.

Dopo le accorate parole di Papa Francesco, così anche il famoso porporato si muoverà al fine di “esprimere il cordoglio e la vicinanza della Chiesa di Napoli al popolo francese. Non c’è aggettivo per definire tanta crudeltà”, ha detto Sepe ai giornalisti.

L’occasione è stata la presentazione della lettera pastorale denominata “Vestire gli ignudi”, che si occupa concretamente delle linee del lavoro pastorale per l’anno prossimo.

Il Cardinale ha aggiunto: “Mi hanno colpito le immagini di quei poveri bambini, ed io mi chiedo perché tanta crudeltà”. In verità questo se lo sono chiesto quasi tutti.

Per il porporato “la carità va praticata e non solo predicata perché laddove non c’è carità trova spazio l’odio, la sopraffazione, la guerra”.

Immaginiamo che anche il recentissimo provvedimento del governo sul reddito di inclusione possa essere visto benevolmente dal cardinale e dalla Chiesa tutta in direzione di un positivo atteggiamento caritatevole nei confronti di chi soffre.