Caso Fortuna Loffredo, le dichiarazioni vergognose di AugiasVergognoso quanto ha detto di mia figlia”, queste le dichiarazioni del papà di Fortuna Loffredo, la bambina violentata e uccisa a Caivano di Napoli.

Intervistato da Giovanni Floris, Augias ha commentato sul caso: “In questa foto che questa povera madre mostra, mi ha fatto impressione il contrasto che c’è fra lo sfondo e questa bambina che aveva 5-6 anni. La guardi bene. Guardi com’è atteggiata, e com’era pettinata, e come sono i boccoli che cadono”.

“Questa è una bambina che a 5-6 anni si atteggia come se ne avesse 16-18. Questo stridore mi fa capire che anche lì si erano un po’ persi i punti di riferimento”.

Insomma, come a dire: si vestiva apposta per adescare, cosa volete farci la carne è debole. O giù di lì. Nonostante la sforzo di usare un’ampia circonlocuzione e termini blandi, il senso, non c’è dubbio, era proprio questo.

E queste parole deprimenti e inappropriate, smaccatamente maschiliste, sono state accolte molto male sia in rete, sia dai genitori stessi della povera bimba, tant’è che l’avvocato dei Fortuna ha annunciato una querela.

Lo stesso papà Pietro ha detto: “Lo denuncio per diffamazione, vergognoso quanto ha detto di mia figlia”. Sì, è proprio vergognoso.