Muro Brennero, il cancelliere austriaco Faymann si dimette Il Cancelliere austriaco Werner Faymann si dimette dopo la questione Brennero.

Un vero e proprio terremoto politico in Austria dopo l’insuccesso elettorale dei socialdemocratici a favore dell’estrema destra, e dopo le tensioni causate dalla questione del muro di confine al Brennero.

Faymann si è dimesso dopo quasi 8 anni di governo. Il nuovo cancelliere sarà nominato nel pomeriggio. Anja Richter, portavoce dell’ex Cancelliere, ha affermato che Faymann si è dimesso da tutte le cariche.

Faymann era tra l’altro stato criticato molto aspramente dalla sinistra del Partito Socialdemocratico per la posizione ultimamente molto dura tenuta sulla costruzione della barriera al Brennero.

Faymann in conferenza stampa ha sostenuto che “l’Austria ha bisogno di un cancelliere che ha il pieno sostegno del suo partito. Al Paese serve un nuovo inizio”.

Il nuovo sostituto di Faymann dovrebbe essere Christian Kern, che è attualmente al vertice delle ferrovie austriache.

Come segretario invece del Spoe, il partito socialdemocratico austriaco, è stato eletto l’attuale sindaco di Vienna, Michael Haupl, personaggio molto popolare e amato all’interno del proprio partito, ma anche particolarmente stimato dalle altre forze politiche.

Una piccola rivoluzione politica, insomma, che lascerà qualche segno evidente nel governo austriaco.