12 bottiglie di vino tornano dallo spazio dopo un anno

redazione

La nave cargo SpaceX “Dragon” ha portato a terra un totale di 12 bottiglie dalla famosa regione francese di Bordeaux alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) un anno dopo al largo della costa della Florida.

I vini sono stati lanciati nello spazio nel novembre 2019 – non hanno ancora raggiunto gli astronauti – e lo scorso marzo nell’ambito di un progetto scientifico guidato da Flags (50% Cabernet Sauvignon e 50% Merlot). Sia le bottiglie che le piante saranno trasportate in Francia per l’ispezione da parte di un team dell’Istituto di vino e scienza del vino dell’Università di Bordeaux.

Come in precedenti esperienze straordinarie sul vino – alla base di Alqua sono già maturate 32mila bottiglie – questi vini e vitigni saranno confrontati con i rispettivi gruppi di controllo a terra.

Vino coltivato nello spazio torna sulla Terra

Verrà effettuato un sequenziamento completo del gene della pianta per determinare tutti i cambiamenti nella struttura del DNA mentre le viti rimangono nella ISS. La lista include un’analisi chimica dei vini, un gusto privato previsto per marzo – sarà interessante vedere quali cambiamenti si possono apportare allo spazio del vino, sia nel gusto che nell’aroma.

Nicola Gomez, CEO dell’azienda responsabile del progetto Explained I ricercatori di Mission Wise vogliono capire come si adattano o si formano in un periodo di tempo relativamente breve a condizioni di stress, secondo Decanter, un esperto di alcol – perché l’assenza di gravità è “stress finale ”. L’idea è capire come i vigneti, e l’agricoltura in generale, possono o meno essere influenzati dai fattori di stress associati al cambiamento climatico.

Philip Doriot, Direttore della Scienza dell’Istituto di Wine and Wine Science dell’Università di Porto Ha spiegato che la permanenza delle 12 bottiglie alla stazione internazionale è un’opportunità per esplorare l’impatto della “microgravità e della radiazione solare sull’evoluzione dei componenti del vino“, Ha detto a Euronews.

Al momento, la marca dei vini invecchiati nello spazio in qualche modo è sconosciuta, ma è noto che appartengono tutti a un produttore francese e ad un raccolto annuale.

Deacon afferma che questa non è la prima volta che bottiglie di vino vengono inviate nello spazio dalla prima del 1985, mentre la Discovery della NASA a bordo della Harvest a Chateau Lynch-pages nel 1985.

Next Post

Scienziati rivelano: meno galassie nell'universo di quante credevamo

Mentre la NASA aveva precedentemente stabilito che c’erano circa due trilioni di galassie nell’universo, nuove scoperte affermano che il numero è più probabile di centinaia di miliardi. Il mondo esterno, o l’universo in questo caso, è appena diventato un po’ più chiaro. Gli scienziati hanno recentemente fatto un’immersione profonda in alcuni […]
Scienziati rivelano meno galassie ne universo di quante credevamo