Batteria: Quando sta per finire la ricarica, rallenta ecco perchè

redazione

Tutti gli utenti che hanno uno smartphone hanno, da sempre, notato che la carica della batteria diventa più lenta quando la batteria è quasi al massimo, ma tutto ciò a cosa è dovuto?

Di solito, uno smartphone può ricaricarsi molto rapidamente, dallo 0% all’80%. Per quanto riguarda la restante percentuale per completare la ricarica, necessita di un tempo maggiore.

Il motivo è dovuto al meccanismo d’azione delle batterie agli ioni di litio in generale. Si tratta di batterie utilizzate negli smartphone, nei computer portatili e persino nelle auto elettriche.

Batteria Quando sta per finire la ricarica rallenta ecco perche

Le batterie agli ioni di litio vengono caricate in tre fasi successive. Queste fasi sono principalmente progettate per proteggere le batterie da eventuali rischi da un lato, e dall’altro per preservarne la durata.

La prima fase è nota come fase di precarica. In questa fase viene rilasciata alla batteria una corrente di 3 Volt. Questa capacità inferiore aggiorna la batteria e la prepara per completare il processo di ricarica. Questo perché la batteria raggiunge uno stato più dormiente quando rimane scarica per lungo tempo.

Questo metodo aiuta anche a ravvivare lo scudo protettivo della batteria, che è uno dei suoi componenti principali. Ma il processo di pre-carica dipende solo dal 10% della capacità di ricarica supportata sia dal telefono che dal caricabatterie. Questo spiega perché è necessario lasciare il telefono collegato allo schermo per alcuni minuti prima di poterlo accendere se ha una carica dello 0%.

Al termine di questa fase, inizia la seconda fase. È quello che si avvia proprio quando la batteria raggiunge in maniera stabile lo stadio di 3 volt. Il secondo stadio è noto come Corrente Costante. Il telefono inizia quindi a caricarsi rapidamente in modo graduale.

A questo punto viene attivata la modalità di ricarica rapida del telefono, se disponibile. Questa fase continua a caricare il telefono il più rapidamente possibile fino a raggiungere l’80%.

Successivamente, la carica della batteria entra nella sua terza fase. Questa fase è anche conosciuta come tensione costante. In questa fase, il telefono riceve una tensione costante, motivo per cui la batteria si carica più lentamente. Tuttavia, l’obiettivo di questa tecnologia è evitare che il telefono si sovraccarichi e proteggere la batteria in generale.

In questa fase, la corrente elettrica continua a diminuire continuamente fino a quando la batteria è completamente carica e, negli ultimi stadi, la corrente è ai livelli minimi, per effetto della stabilità della tensione.

Next Post

Come essere prudenti in tempo di pandemia

L’Organizzazione mondiale della sanità ha trasmesso una serie di video e infografiche per sensibilizzare e ricordare l’importanza di aderire alle misure precauzionali per evitare l’infezione durante l’attuale ondata di pandemia da coronavirus e dalle sue molteplici variabili. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha osservato che il mondo intero sta affrontando una […]
Come essere prudenti in tempo di pandemia