Blackout social di 6 ore, cosa è successo

redazione

Le piattaforme di social media Instagram, Facebook e l’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp sono state riaperte dopo circa 6 ore di problemi di accesso e connessione internet.

Facendo una dichiarazione sull’argomento, Facebook ha parlato per la prima volta del motivo dell’interruzione. La società ha anche posto fine alle affermazioni sul furto di dati di 1,5 miliardi di utenti.

Gli utenti non potevano accedere a Instagram, Facebook e WhatsApp In tutto il mondo. Sebbene non ci fossero informazioni sulla causa del problema.

Blackout social di 6 ore cosa successo

Il sito web “Down Detector”, che fornisce informazioni istantanee sui problemi che si verificano sui siti Web, ha annunciato che il problema riscontrato in tutto il mondo è iniziato ieri alle 18:44 CET.

Andy Stone, direttore delle comunicazioni di Facebook, che ospita tutte e tre le piattaforme di social media relative al problema in questione, ha dichiarato su Twitter:

Siamo consapevoli che c’è un problema nell’accesso alle nostre applicazioni e ai nostri prodotti. Stiamo lavorando per riportare tutto alla normalità il prima possibile, a causa del disagio che abbiamo causato. Ci scusiamo.”

Stone non ha condiviso dettagli su quali paesi hanno avuto problemi di accesso alle applicazioni in questione.

Blackout internet durato 6 ore

Il problema sui server Facebook, Instagram e WhatsApp, che andava avanti da circa 6 ore, è stato risolto ed è stato riaperto alle 01.30.

La dichiarazione ufficiale di Facebook sull’interruzione è stata la seguente:

Vogliamo chiarire in questo momento, crediamo che la causa principale di questa interruzione sia una configurazione errata“.

In altre parole, Facebook ha sottolineato di puntare sulla possibilità che a causare il problema di accesso sia stato un errore da parte dell’azienda.

Questa interruzione del traffico di rete ha gradualmente influenzato il modo in cui comunicano i nostri data center, interrompendo i nostri servizi“, afferma la nota.

Nella stessa dichiarazione, il gigante dei social media ha dichiarato:

“Non abbiamo nemmeno prove che la sicurezza dei dati degli utenti sia stata violata a causa di questo tempo di inattività” mettendo così fine alle affermazioni secondo cui i dati di 1,5 miliardi di utenti sono stati rubati .

Next Post

Disturbi mentali e alimentazione, c'è correlazione

I disturbi mentali e comportamentali sono molto comuni nelle persone che soffrono di problemi di alimentazione. Una indagine dell’ENSE (Ente Nazionale Spagnolo della Salute) determina che un adulto su dieci soffre di un problema di salute mentale ed in particolar modo sono le donne che soffrono più frequentemente di queste […]
Disturbi mentali e alimentazione ce correlazione