Covid-19: Guerra economica su chi riuscirà a distribuirlo

redazione

Secondo i dati aggiornati, Moderna , Pfizer e altri marchi nella corsa al vaccino contro il coronavirus si stanno avvicinando al traguardo. Questa settimana, Pfizer e il suo partner BioNTech hanno riportato dati di efficacia ad interim positivi dal loro studio di fase 3. Moderna e il team Pfizer hanno entrambi affermato di aspettarsi dati sulla sicurezza della fase 3 questo mese, dopodiché richiederanno un’autorizzazione per l’uso di emergenza (EUA) dalla Food and Drug Administration statunitense.

Chi sarà in grado di distribuire il vaccino?

Se guardiamo solo ai numeri, AstraZeneca è pronta a fornire più dosi di vaccino finora rispetto ai suoi colleghi. Il grande operatore farmaceutico prevede di produrre quasi 3 miliardi di dosi entro la fine del 2021. Tra gli accordi più importanti di AstraZeneca ci sono quelli con gli Stati Uniti e l’Europa. Il governo degli Stati Uniti ha offerto fino a 1,2 miliardi di dollari a sostegno del programma di AstraZeneca in cambio di 300 milioni di dosi di vaccino. E in base a un accordo con la Commissione europea, i membri dell’Unione europea avranno accesso a 400 milioni di dosi del vaccino di AstraZeneca.

Covid-19 Guerra economica su chi riuscira a distribuirlo

AstraZeneca si è impegnata a fornire il suo vaccino a livello globale senza trarne profitto durante la pandemia. I fondi che riceve dagli accordi di fornitura compenseranno l’azienda per il proprio investimento nel programma vaccinale. Moderna, Pfizer e Novavax non hanno accettato l’impegno iniziale di non profit.

È impossibile calcolare esattamente quante dosi le aziende produrranno sulla base dei contratti annunciati finora. Alcuni accordi sono accordi di licenza, consentendo a un’altra società di rilevare la produzione e la vendita di un vaccino; tale società offre quindi allo sviluppatore del vaccino pagamenti fondamentali e una percentuale delle vendite del vaccino. Altri accordi non rivelano quante dosi sono state ordinate.

Quindi, mentre guardiamo Moderna, Pfizer e Novavax, consideriamo prima gli accordi che forniscono un numero di dosi di vaccino da fornire. Novavax ha ricevuto ordini per un minimo di 276 milioni di dosi per fornire a Stati Uniti, Australia, Canada e Regno Unito. Gli ordini di Moderna da Stati Uniti, Giappone, Canada e Svizzera ammontano a circa 175 milioni di dosi. E gli accordi di Pfizer includono 450 milioni di dosi per gli Stati Uniti, l’UE, il Giappone e il Regno Unito. A questo punto, Pfizer sarebbe in testa.

Israele ha ordinato un numero imprecisato di dosi da Moderna e il Canada ha ordinato un numero imprecisato di dosi da Pfizer.

Un altro indizio ci aiuterà a determinare quale azienda potrebbe diventare leader nella fornitura: la capacità. Novavax sta aumentando la sua capacità per fornire più di 2 miliardi di dosi entro la metà del prossimo anno. Pfizer afferma di poter erogare 1,3 miliardi entro la fine del prossimo anno e Moderna prevede di fornire tra 500 milioni e 1 miliardo di dosi entro tale data.

Next Post

AirBnb la pandemia porta un profitto di 219 milioni

Airbnb ha registrato un profitto di 219 milioni di dollari nel trimestre appena concluso poiché il suo modello di home-sharing, condivisione degli appartamenti e delle camere, si è dimostrato resiliente durante la pandemia globale. La startup con sede a San Francisco ha comunque perso 697 milioni di dollari nei primi […]
AirBnb la pandemia porta un profitto di 219 milioni