Covid-19, il vaccino sarà disponibile per donne incinte?

redazione

Le notizie continuano a susseguirsi per quel che riguarda il prossimo vaccino COVID-19 e su quando potrebbe essere disponibile al grande pubblico.

Più recentemente, una task force dei Centers for Disease Control si è riunita e ha stabilito che il personale medico e i residenti delle case di cura sarebbero stati tra i primi cittadini statunitensi a ricevere il vaccino a due dosi (secondo il New York Times ). I lavoratori essenziali e quelli a maggior rischio di ammalarsi gravemente di COVID-19 sarebbero stati i prossimi.

La speranza è ovviamente che tutti possano vaccinarsi il prima possibile, ma due gruppi di individui non sono autorizzati a ottenere il vaccino e in questo momento ci sono grandi domande su quando potrebbe cambiare.

Innanzitutto, come riportato dal New York Times, i bambini non hanno ottenuto l’autorizzazione per essere vaccinati. Secondo Today , Pfizer, solo una delle aziende farmaceutiche che ha un vaccino pronto, ha testato il suo vaccino su bambini di 12 anni. Ma vale la pena notare che i loro studi hanno incluso solo 100 bambini di età compresa tra 12 e 15 anni. Sono previste altre prove.

Covid-19 il vaccino disponibile per donne incinte

Come ha recentemente spiegato il dottor Anthony Fauci: “Prima di somministrarlo nei bambini, dovrai assicurarti di avere un grado di efficacia e sicurezza stabilito in una popolazione adulta, in particolare una popolazione adulta e normale“. Ci sono persino dubbi che i bambini riceveranno il vaccino prima del prossimo anno.

Anche le donne incinte non sono state incluse negli studi sul vaccino contro il coronavirus, per ovvi motivi. Naturalmente, sappiamo che vaccinare le donne incinte contro la pertosse e l’influenza è essenziale, ma considera che queste vaccinazioni sono state ritenute sicure solo dopo essere state testate su donne che non sapevano di essere incinta in quel momento.

La conclusione è che, come ha spiegato a Today la dottoressa Yvonne Maldonado, professoressa di malattie infettive pediatriche alla Stanford University e membro del Comitato per le malattie infettive dell’American Academy of Pediatrics , “prima potremo distribuire un vaccino a tutti, per ridurre la trasmissione a tutti. Finché ci sono persone là fuori che possono diffonderla, non ci libereremo di questa pandemia“.

Next Post

Tre milioni di galassie sono state mappate in 300 ore

Un potente telescopio è al centro di discussioni scientifiche in Australia, riuscendo a mappare vaste aree dell’universo in tempi da record, svelando un milione di nuove galassie e aprendo la strada a nuovi misteri dell’universo, secondo uno studio pubblicato martedì sulla rivista Pubblicazioni della Astronomical Society of Australia . Chiamato Australian Square Kilometre Array […]
Tre milioni di galassie sono state mappate in 300 ore