Crollo edificio in Florida, sale a 78 il numero delle vittime

redazione

Dopo che l’edificio di 12 piani è parzialmente crollato nello stato americano della Florida, il numero delle persone che hanno perso la vita è salito a 78 con il ritrovamento di altri 14 cadaveri nelle operazioni di ricerca e rimozione dei detriti, ed è stato annunciato che un grande progresso è stato fatto negli sforzi di rimozione dei detriti.

Gli sforzi di ricerca e rimozione dei detriti continuano dopo che l’edificio di 12 piani è parzialmente crollato il 24 giugno a Surfside, a nord di Miami Beach, Florida, USA. Il sindaco di Miami-Dade, Daniella Levine Cava, ha confermato in una dichiarazione che il bilancio delle vittime è salito a 78 poiché i corpi di altre 14 persone sono stati trovati durante i lavori in corso nel sito dei detriti.

Crollo edificio in Florida sale a 78 il numero delle vittime
foto@Flickr

Il numero delle vittime è di 62, Cava ha dichiarato: “Questa è una cifra sorprendente e straziante che colpisce profondamente tutti noi” Cava ha anche affermato che 13 milioni di libbre (5,89 milioni di chilogrammi) di detriti erano stati rimossi dalla regione nel ultime 2 settimane.

Mentre invece non è ancora nota la causa del crollo dell’edificio, il rapporto del 2018 ha sottolineato che sono stati rilevati segni di “gravi danni strutturali” nel parcheggio sotterraneo dell’edificio di 40 anni fa e sotto la piscina. ponte.

Next Post

Coronavirus: La gente non vuole tornare a baciarsi sulla guancia

Un sondaggio della Croce Rossa fatto in Olanda, mostra che il 54% delle persone non è desideroso di tornare a salutarsi con il tipico “bacio sulla guancia“. C’è da sottolineare che in Olanda, rispetto all’Italia, i baci sulla guancia come saluto interpersonale, sono tre e non due come da noi. […]
Coronavirus La gente non vuole tornare a baciarsi sulla guancia