Google, lo smartphone che riconosce visi e oggetti senza Internet
Google, lo smartphone che riconosce visi e oggetti senza Internet

Google, lo smartphone che riconosce visi e oggetti senza InternetGoogle lavora a uno smartphone che potrà riconoscere visi e oggetti senza l’aiuto di software terzi o collegamento a Internet.

A pubblicare la notizia del futuristico smartphone che la Big G starebbe per lanciare sul mercato, è l’autorevole Wall Street Journal.

In pratica i cervelloni di Mountain View stanno lavorando a un dispositivo in cui la moderna tecnologia capace di riconoscere il volto di chi sta usando lo smartphone o l’oggetto inquadrato, sarà incorporata direttamente nell’hardware.

Niente più singole applicazioni, dunque, e nemmeno software o connessioni. L’avveniristico smartphone Google lo sta realizzando con la startup Movidius, specializzata in chip.

Movidius ha anche annunciato che ci sarà una nuova collaborazione finalizzata a portare nei dispositivi mobili futuri di Google il “deep learning”, ossia quella sorta di “apprendimento” delle macchine reso possibile dalla tecnologia di intelligenza artificiale (quella che simula l’apprendimento del cervello, per intenderci).

Domani, dunque, i dispositivi di Google potrebbero essere in grado di svolgere “internamente” elaborazioni complesse come quelle richieste dal riconoscimento delle immagini.

La tecnologia di riconoscimento facciale, a dire il vero, è già sfruttata anche da Facebook. Peccato però che difficilmente la vedremo in Italia molto presto in Italia e in Europa considerato la presa di posizione dei Garanti Privacy.

You May Also Like

Earth Hour 2016, il 19 marzo alle 20,30 scatta l’Ora della Terra

Domani 19 marzo 2016, alle 20,30 scatta l’Earth Hour, l’Ora della Terra:…

La Nasa e la barriera del suono, il prototipo che non fa boom

La Nasa ha allo studio un prototipo che al superamento della famosa…

Terremoto, l’utilità dei social: Facebook attiva Safety Check

Le notizie del terribile terremoto di oggi, hanno viaggiato attraverso i social: Facebook…