I numeri falsi del Family Day e la verità di Fiorella Mannoia Per gli organizzatori al Circo Massimo per il Family Day c’erano due milioni di persone: troppo grossa la bufala per non essere sottolineata da tutti, anche da Fiorella Mannoia.

2 milioni di persone, una bufala colossale alla quale non hanno creduto nemmeno per un attimo gli stessi organizzatori del Family Day. Smentire questi numeri non era difficile per nessuno.

Il Circo Massimo misura 140mila metri quadrati e ha una capienza di 560mila persone. Perciò, salvo che i difensori della famiglia “tradizionale” (separati, divorziati, mariti pedofili e mogli fedigrafe, riuniti tutti sotto l’ombrello della CEI), non si siano sistemati a strati come le lasagne, difficile che potevano starci due milioni di persone.

E se si tiene conto dei vuoti vistosi che si vedono nelle foto, si capisce che c’erano molto, ma molto meno di 560mila persone.

Qualcuno sui social network ha postato foto di altri concerti i cui si vedeva che il Circo Massimo era stracolmo e non si contavano più di 200mila persone.

Una di queste immagini si riferiva al concerto dei Rolling Stones, sempre al Circo Massimo, in cui si sono contate 170mila persone.

Anche la grande Fiorella Mannoia ha smentito clamorosamente la falsa cifra data dagli organizzatori. Fiorella, con l’eleganza che la contraddistingue, ha postato una foto che dimostra come sia praticamente impossibile arrivare ai 2 milioni sventolati dai fautori del Family Day.

Questo il commento della cantante fedelmente riportato: “Queste sono 150.000 persone, fotografate da me dal palco di Campovolo (manca tutta la visuale laterale). Né secondo la questura, né secondo gli organizzatori, ma secondo lo sbigliettamento. Così, tanto per dire”.

Che strani questi del Family Day. Questi cittadini “modello” negano i diritti ma dicono bugie. Ma a loro è concesso perché le loro essendo benedette, da bugie terrene si trasformano in verità divine.