Mutuo: Ammortamento e strategie per scegliere quello giusto

redazione

Per molte persone, l’acquisto di una casa è il più grande investimento finanziario che potranno mai fare. A causa del prezzo elevato, la maggior parte delle persone di solito ha bisogno di un mutuo. Un mutuo è un tipo di prestito ammortizzato in cui il debito viene rimborsato in rate regolari per un determinato periodo. Il calcolo ammortamento del mutuo si riferisce al periodo di tempo, in anni, con il quale il mutuatario sceglie di estinguere un mutuo.

Mentre il tipo più popolare è il mutuo a tasso fisso, nella maggior parte dei casi di 30 anni, gli acquirenti hanno altre opzioni, compresi i mutui di 25 anni e 15 anni. Il periodo di ammortamento influisce non solo sul tempo necessario per rimborsare il prestito, ma sull’ammontare degli interessi che verranno pagati per tutta la durata del mutuo. Periodi di ammortamento più lunghi in genere comportano pagamenti mensili più piccoli e costi di interesse totali più elevati per tutta la durata del prestito. Periodi di ammortamento più brevi, d’altra parte, comportano generalmente pagamenti mensili più elevati e costi di interesse totali inferiori. È una buona idea per chiunque sia interessato all’acquisto di un immobile attraverso un mutuo, considerare le varie opzioni di ammortamento per trovarne una che offra la migliore soluzione per quanto riguarda la gestibilità e il potenziale risparmio. Qui, diamo uno sguardo alle diverse strategie di ammortamento dei mutui per gli acquirenti di case di oggi.

L’importo esatto del capitale e degli interessi che compongono ogni pagamento è mostrato nel piano di ammortamento del mutuo (o tabella di ammortamento). Gli interessi su un mutuo sono deducibili dalle tasse.

Prestiti con periodi di ammortamento più lunghi hanno pagamenti mensili inferiori perché hai più tempo per rimborsare il prestito. Questa è una buona strategia se desideri pagamenti più gestibili.

Mutuo Ammortamento e strategie per scegliere quello giusto

Se scegli un periodo di ammortamento più breve, ad esempio 15 anni, avrai pagamenti mensili più elevati, ma risparmierai anche notevolmente sugli interessi per tutta la durata del prestito e sarai proprietario della tua casa prima. Inoltre, i tassi di interesse sui prestiti più brevi sono in genere inferiori a quelli per i periodi più lunghi. Questa è una buona strategia se puoi soddisfare comodamente i pagamenti mensili più alti senza indebite difficoltà. Ricorda, anche se il periodo di ammortamento è più breve, comporta comunque 180 pagamenti sequenziali. È importante considerare se è possibile mantenere o meno quel livello di pagamento.

Anche con un mutuo ad ammortamento più lungo, è possibile risparmiare sugli interessi e estinguere il prestito più velocemente grazie all’ammortamento accelerato. Questa strategia prevede l’aggiunta di pagamenti extra alla bolletta mensile del mutuo, facendoti potenzialmente risparmiare molto e permettendoti di essere libero da debiti (almeno in termini di mutuo) anni prima. Prendi un’ipoteca di 200.000 euro a 30 anni. Se un pagamento extra di 100 euro fosse applicato al capitale ogni mese, il prestito verrebbe rimborsato per intero in 25 anni invece di 30 e il mutuatario realizzerebbe un risparmio di 31.745 euro nel pagamento degli interessi. Portalo fino a 150 euro extra ogni mese e il prestito sarebbe soddisfatto in 23 anni con un risparmio di 43.204,16 euro. Anche un singolo pagamento extra effettuato ogni anno può ridurre l’importo degli interessi e abbreviare l’ammortamento, purché il pagamento vada verso il capitale e non l’interesse (assicurati che l’agenzia o la banca che effettua il mutuo, elabori il pagamento in questo modo). 

I calcolatori online dell’ammortamento dei mutui, in questo caso,  possono aiutarti a decidere quale mutuo è giusto per te e a calcolare l’impatto dei pagamenti extra del mutuo. Inoltre, i calcolatori ipotecari possono essere utilizzati per determinare i migliori tassi di interesse disponibili. 

I mutui a tasso variabile possono consentirti di pagare anche meno al mese di un mutuo a tasso fisso di 30 anni e potresti essere in grado di adeguare i pagamenti in altri modi che potrebbero corrispondere a un aumento previsto del reddito personale. Tuttavia, i pagamenti mensili per questa tipologia di mutuo, possono aumentare – quanto spesso dipende dagli indicatori economici e da come è stipulato il contratto – e con gli interessi sui mutui ancora ai minimi storici, sono probabilmente una scommessa poco saggia per la maggior parte dei proprietari di case. Allo stesso modo, i mutui di solo interesse e altri tipi di mutui spesso hanno pagamenti bassi ma ti lasceranno un enorme saldo alla fine della durata del prestito, anche questa una scommessa rischiosa.

La decisione su quale tipologia di mutuo scegliere, non dovrebbe essere lasciata esclusivamente all’agenzia o alla banca che lo fornisce: Esempio valutare anche il periodo attuale, vista la fase che stiamo attraversando legata alla pandemia da Covid-19. Se ti piace l’idea di un periodo di ammortamento più breve in modo da poter pagare meno interessi e possedere la tua casa prima, ma non puoi permetterti i pagamenti più alti, valuta la possibilità di cercare una casa in una fascia di prezzo inferiore. Con un mutuo più piccolo, potresti essere in grado di far fronte all’oscillazione dei pagamenti più alti che vengono con un periodo di ammortamento più breve.

Next Post

Sabato 19 dicembre Riccardo Fogli live con Arianna Ferrari

Sabato 19 dicembre alle 19, in diretta sulla pagina Facebook di Arianna Ferrari, streaming live con Special Guest Riccardo Fogli. La serata è presentata da Roberto Ferrari di Radio Deejay. Arianna suonerà live tutto il suo nuovo album “Hey Fill” con la sua band, “La Compagnia di Fill”, e avrà come ospite Riccardo Fogli che interpreterà […]
Sabato 19 dicembre Riccardo Fogli live con Arianna Ferrari