Parosmia: Allucinazioni olfattive, gli effetti collaterali del coronavirus

Parosmia Allucinazioni olfattive gli effetti collaterali del coronavirus

Allucinazioni olfattive anche dette parosmia, fanno parte dei numerosi effetti collaterali del coronavirus, ma non solo

Parosmia Allucinazioni olfattive gli effetti collaterali del coronavirus
foto@Flickr

Nonostante le numerose ricerche condotte sul coronavirus, ci sono ancora numerosi punti interrogativi sullo sviluppo di tale virus, soprattutto per quanto riguarda coloro che si stanno riprendendo e ne sono usciti. Secondo il quotidiano “New York Times“, molti americani guariti dal Covid-19 hanno sviluppato allucinazioni olfattiveparosmia” .

Un consulente di epidemiologia presso l’Organizzazione mondiale della sanità, il dottor Amjad Al-Khouli, ha spiegato che le allucinazioni olfattive sono uno dei disturbi olfattivi, in cui una persona sente odori praticamente inesistenti nell’ambiente circostante.

Le allucinazioni olfattive si verificano a seguito di un’infezione del tratto respiratorio superiore, infezione o trauma cranico. Possono anche verificarsi a causa di sinusite, convulsioni del lobo temporale, tumori cerebrali o morbo di Parkinson“, spiega l’esperto.

Ha anche rivelato che esiste un altro tipo di disturbo olfattivo che è simile alle allucinazioni olfattive e si chiama “paresi dell’olfatto“.

Proseguendo: “questo disturbo porta a odori distorti e interferenti. Può essere accompagnato da danni al sistema olfattivo a causa di un’infezione acuta del sistema respiratorio”, sottolineando “Ma non è stato dimostrato finora che allucinazioni olfattive o la paralisi sono tra i sintomi del Covid-19“.