Salvini a Cassano All'Ionio: Napolitano va ricoveratoSalvini a Cassano All’Ionio: “Noi xenofobi? Napolitano straparla e va ricoverato”.

Probabilmente non basterebbero gli ospedali per ricoverare mezza Italia, allora. Ma le posizioni fra il farneticante e l’offensivo del leader della Lega non sono una novità. Così come accade in genere ai maggiorenti della Lega.

Queste sono le parole esatte pronunciate da Matteo Salvini ai giornalisti presenti nella cittadina calabrese, nel cui territorio si trova anche la famosa e splendida Sibari: “Napolitano dovrebbe essere ricoverato, non sa più quello che dice. Straparla e mi spiace che prenda uno stipendio dallo Stato Italiano”.

Parole di una gravità inaudita. Il Presidente emerito era intervenuto precedentemente alla Scuola di Politiche di Roma, diretta da Enrico Letta.

L’ex Presidente aveva detto, ragionando in termini generali: “C’è il rischio concreto che l’Europa sia destinata alla marginalità se i singoli Paesi si illudono di salvarsi da soli, anche i più forti come la Germania”.

Come in Austria o in Francia, ci sono partiti di destra nati su tematiche tradizionali di destra e ora caratterizzati dall’antieuropeismo. In Italia abbiamo la Lega, la principale espressione di posizioni xenofobe, nazionalistiche e ora antieuropeiste”.

In verità nel ragionamento di Napolitano non c’è una sola parola fuori posto. Come consuetudine del Presidente emerito, d’altro canto. Il problema, come al solito, non sono queste riflessioni, ma la Lega e chi la rappresenta.