Sharon Stone rivela: C’erano pressioni per fare sesso sul set

redazione

Sharon Stone ha rivelato come sul set sarebbe stata sottoposta a pressioni per fare sesso con i suoi colleghi maschi per avere una migliore chimica con loro sullo schermo.

La Stone dice anche di essere stata indotta a girare quella scena famigerata in “Basic Instinct” senza indumenti intimi, e non sapeva che le sue parti intime sarebbero state esposte sul film fino a quando non ha proiettato il film per la prima volta con una stanza piena di agenti e avvocati.

Sharon Stone pressioni per fare sesso sul set
foto@Wikimedia

È stato così che ho visto la mia v….a per la prima volta, molto tempo dopo che mi era stato detto, ‘Non vedranno nulla ho solo bisogno che tu ti tolga le mutandine, poiché il bianco riflette la luce, quindi gli spettatori sanno che hai le mutandine“, ha scritto l’attrice nel suo libro”The Beauty of Living Twice“, che uscirà alla fine di questo mese.

Parlando del regista del film, Paul Verhoeven , Stone ricorda: “Sono andata nella cabina di proiezione, ho dato uno schiaffo a Paul, me ne sono andata, sono andato alla mia macchina e ho chiamato il mio avvocato, Marty Singer. Marty mi ha detto che non potevano distribuire questo film così com’era … E, secondo la Screen Actors Guild, il mio sindacato, non era legale riprendermi vestita in questo modo. “Accidenti,” ho pensato. Bene, questo è stato il mio primo pensiero. Poi ho pensato ancora un po ‘. E se fossi il regista? E se avessi avuto quell’inquadratura? E se l’avessi preso apposta? O per caso? C’era tante cose a cui pensare. Sapevo che film stavo facendo. Per l’amor del cielo, ho lottato per quella parte, e per tutto quel tempo solo questo regista mi ha difeso“.

Sharon Stone però cita anche un altro episodio quando un produttore maschio – che non ha nominato – le ha chiesto di fare sesso con una co-protagonista.

Scrive, in parte, sul produttore maschio “mi ha spiegato perché dovevo farlo realmente con il mio co-protagonista in modo da poter avere chimica sullo schermo. Perché, ai suoi tempi, ha fatto l’amore con Ava Gardner sullo schermo ed è stato così sensazionale! Ora solo il pensiero inquietante di lui nella stessa stanza con Ava Gardner mi ha fatto riflettere. Poi ho capito che anche lei doveva sopportarlo e fingere che fosse in qualche modo interessante. “”

La Stone dice di aver avuto esperienze simili numerose volte con altri produttori, che potrebbero venire alla sua roulotte per chiederle: “Allora, lo farai o no? … Sai che andrebbe meglio se lo facessi.

Le esperienze personali della Stone sono condivise nel suo libro, mettendo in luce i progressi compiuti – e il lavoro che deve ancora essere fatto – da quando è diventata una star a Hollywood negli anni ’80 e ’90.

Scrive di essere stata la prima donna a essere pagata con un “compenso considerato rispettabile – ancora molto meno degli uomini, ma più delle donne erano state pagate in passato“.

La Stone dice che era spesso sola sul set con centinaia di uomini che svolgevano tutte le mansioni, in netto contrasto con i tempi attuali, dove c’è una spinta per più membri della troupe femminile sul set, e più donne sono finalmente in posizioni di potere.

Riesci a immaginare com’era essere l’unica donna su un set – essere l’unica donna nuda, con forse una o due altre donne in piedi vicino?” scrive la Stone.

fonte@Variety

Next Post

Mrs Doubtfire, quante versioni per le improvvisazioni di Williams

Il regista Chris Columbus ha chiarito le affermazioni e le speculazioni sulla censura classificata NC-17 della sua amata commedia del 1993 “Mrs. Doubtfire“. Non c’è nessuna versione NC-17 del film di Robin Williams, e non c’è un taglio R-rated, ha affermato il regista ad Entertainment Weekly. Il taglio R-rated NC-17, […]
Mrs Doubtfire quante versioni per le improvvisazioni di Williams