Sonda Russa conferma: Niente ozono su Venere

redazione

Le informazioni inviate dalla sonda Venus Express hanno mostrato che la quantità di gas ozono a un’altitudine di 85-100 km dalla superficie di Venere è 10.000 volte inferiore a quella dell’atmosfera terrestre.

Sonda Russa conferma Niente ozono su Venere
foto@Flickr

Per quanto riguarda la quantità di anidride solforosa, cambia molto nel giro di pochi giorni, secondo l’ufficio stampa del Ministero della Scienza russo, e autore di un articolo pubblicato dal Journal of Geophiyical Research e ricercatore presso l’Istituto russo di Space Studies, Denis Belyaev, ha affermato che l’atmosfera di Venere differisce dall’atmosfera della Terra in termini di caratteristiche fisiche nonostante la somiglianza dei loro componenti e dimensioni.

Ma ci sono processi fisici simili alla partecipazione di ozono e ossido di zolfo in essi e, secondo il ricercatore russo, l’atmosfera di Venere è caratterizzata da un’alta densità. È costituito da gas di anidride carbonica e vapori di acido solforico che vengono riscaldati a una temperatura molto elevata.

Inoltre, l’atmosfera di Venere ruota a una velocità 60 volte quella del pianeta, provocando forti venti che soffiano a velocità di 500 km/h, e gli astronomi russi e francesi nella loro ricerca congiunta hanno analizzato le informazioni inviate dallo spettrometro installato sulla sonda europea Venus Express.

Lo spettrometro in particolare ha studiato una delle parti dell’atmosfera di Venere ad un’altitudine di 85-100 km, sapendo che la scarica di gas ozono nell’atmosfera, soprattutto nella sua parte che non è illuminata dal sole (la parte notturna) fino a ora, è sconosciuto agli scienziati a causa della mancanza di informazioni.

Grazie alle informazioni ricevute dalla sonda europea, scienziati russi e francesi sono stati in grado di conoscere la densità dell’anidride carbonica come gas di base nell’atmosfera di Venere, nonché la densità dell’anidride solforosa e del gas ozono a un’altitudine compresa tra 85 e 100 km sopra la superficie del pianeta.

E si è scoperto che la circolazione dei gas nell’atmosfera di Venere è molto veloce. Per quanto riguarda i composti gassosi del cloro che si spostano rapidamente dalla sezione diurna di Venere a quella notturna, interagiscono attivamente con il gas ozono, il che porta alla sua rapida eliminazione e ad una diminuzione della sua percentuale che è 10mila volte inferiore alla percentuale di gas ozono nell’atmosfera terrestre.

Next Post

Fegato Grasso: Una malattia che può essere confusa facilmente

La malattia del fegato grasso viene definita “malattia del fegato silente” perché non ci sono sintomi. Tuttavia, se la situazione si è evoluta in un’infiammazione della steatosi epatica analcolica, si possono notare cambiamenti percettibili. La steatosi epatica è caratterizzata dall’accumulo di grassi nel fegato. L’accumulo di grasso nel fegato di […]
Fegato Grasso Una malattia che puo essere confusa facilmente