Tecnologia e digitale, donne più brave ma uomini più pagatiLe donne sembrano essere in generale più brave sul lavoro, tuttavia gli uomini sono quelli più pagati.

La superiorità del genere femminile pare manifestarsi soprattutto nell’ambito tecnologico e digitale. Non solo, le donne si dimostrano più flessibili e autonome, nonché in grado di sopportare meglio lo stress.

Ma non è solo questione di salari o stipendi, si parla anche di ruoli nel mondo del lavoro, ivi compresi quelli dirigenziali. A occupare questi posti nella stragrande maggioranza dei casi, sono i maschietti.

All’uopo, una ricerca condotta da NetConsulting Cube per Ca Technologies e Fondazione Sodalitas, chiamata Digital Gender Gap, evidenzia quanto segue.

Solo nel 70% dei casi la retribuzione delle donne è pari a quella degli uomini. Per il livello di quadro, nel 16,7% la retribuzione è inferiore del 10% a quella degli uomini.

Ma in Italia almeno un obiettivo sulla parità dei generi l’abbiamo raggiunto: la rappresentanza femminile in Parlamento per le donne è superiore a quella di tutti gli altri paesi europei.

Merito? Casualità? No, semplicemente una legge che impone la designazione dei candidati al Parlamento, che sono scelti dalle segreterie dei partiti.

E lì sovente, per rispettare ambo i sessi, le indicazioni sono date al 50%. Non sappiamo quanto ciò premi realmente il merito. Ma tant’è.