Inps, nel 2016 nuovi contratti di lavoro in calo Secondo l’Inps nel primo quadrimestre del 2016 i nuovi contratti di lavoro sono diminuiti rispetto allo stesso periodo del 2015,

Nel 2016 da gennaio ad aprile ci sono stati 330mila nuovi contratti di lavoro. Un numero di contratti di lavoro leggermente inferiore rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2015, che era stato di 451mila in più.

Questi sono i dati dell'”Osservatorio sul precariato dell’Inps”, che ha fotografato la situazione occupazione a distanza di un anno.

E’ in aumento il saldo annualizzato dei contratti a tempo indeterminato, che ad Aprile 2016 ammontava a più 661.000 unità.

Sempre in base ai dati Inps, risulta che nei primi 4 mesi dell’anno in corso ci sono stati 570.909 contratti a tempo indeterminato, mentre le cessazioni dei contratti a tempo indeterminato sono state 497.763.

Il relativo saldo positivo è stato quindi di 73.146 unità. Sempre nei primi 4 mesi del 2016 sono stati venduti circa 44 milioni di voucher per i pagamenti delle prestazioni di lavoro accessorio, con un aumento

rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 43,1%.

Da gennaio ad Aprile del 2015 l’aumento dell’utilizzo dei voucher rispetto al 2014, era stato del 77,3%.

Si tratta di dati certamente non esaltanti, ma tutto sommato accettabili, che indicano che qualcosa di importante si sta muovendo nel mondo del lavoro.