Arredamento d’interni: non si arresta il successo del design italiano

Antonio Capobianco

Dopo la battuta d’arresto nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19 il settore dell’arredamento sta tornando a crescere, puntando su innovazione, sostenibilità e qualità del design. Secondo FederlegnoArredo, nel primo trimestre 2021 c’è stato un incremento del fatturato del 31%, con una ripresa consistente del mercato interno e dell’export.

Per l’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, un importante polo industriale con 7 mila imprese e oltre 37.500 addetti, il comparto è trainato soprattutto dalle attività di design e dal valore del Made in Italy, con lo stile italiano che costituisce un vero e proprio volano per le aziende del settore.

Il valore del design italiano: artigianalità, personalizzazione e qualità

Le imprese italiane d’arredo d’interni sono dunque in grado di proporre prodotti unici, espressione perfetta di funzionalità ed estetica. È quanto è possibile ritrovare nelle porte e finestre realizzate da Cocif, azienda italiana con oltre 75 anni di storia, con un catalogo di oltre 300 modelli di prodotti Made in Italy di alta qualità, oltre a soluzioni personalizzate e arredi di design firmati dai più grandi designer internazionali.

Acquistare un arredo dallo stile italiano, d’altronde, significa investire in un prodotto realizzato secondo i principi dell’artigianalità, con la massima cura nella definizione estetica e nei dettagli per arredare la casa o l’ambiente di lavoro con stile e qualità. Si tratta di arredi durevoli, belli da vedere e funzionali, con i quali rendere gli ambienti indoor pratici e in grado di fornire un comfort visivo ottimale.

Allo stesso tempo, il design italiano è sinonimo di innovazione e tecnologia, con la proposta di arredi in linea con le moderne esigenze domestiche e lavorative. Non mancano, infatti, soluzioni d’arredo che rispondono alle attuali necessità di polifunzionalità e integrazione, per usufruire di prodotti che consentono di rendere gli spazi più versatili e flessibili, capaci di adeguarsi a diverse finalità senza dover stravolgere il progetto di interior design.

Ovviamente, il punto di forza rimane la qualità del design degli arredi Made in Italy, concepiti per assicurare il miglior effetto visivo e valorizzare ogni ambiente della casa e dell’ufficio. Questo risultato è il frutto di una serie di fattori, dalla selezione dei migliori materiali alla creatività di architetti e designer, aspetti supportati da aziende che spesso hanno molti anni di esperienza nel settore dell’arredamento d’interni.

Sostenibilità e risparmio energetico: le nuove frontiere degli arredi Made in Italy

Negli ultimi anni, molte imprese italiane hanno abbracciato la transizione ecologica, lavorando sulla progettazione di arredi in grado di assicurare performance elevate in termini di sostenibilità e risparmio energetico. Sono caratteristiche ormai imprescindibili nell’arredamento d’interni, per ottenere ambienti più efficienti con un utilizzo responsabile dell’energia senza rinunciare al comfort e al design.

Un esempio è rappresentato dalle porte finestre in alluminio di design, prodotti che offrono un mix perfetto di stile, funzionalità e sostenibilità, costituiti da un materiale completamente riciclabile a fine vita: il tutto permette di beneficiare di serramenti che favoriscono la luce naturale e il risparmio di energia.

Lo stesso vale per le finestre ad alto coefficiente di isolamento termico, con le quali ottenere un comfort sostenibile grazie a vetri di nuova generazione, materiali certificati a basso impatto ambientale e tecnologie innovative per il risparmio energetico.

Al giorno d’oggi, il design italiano è in grado di fornire un supporto indispensabile nell’arredamento di spazi sostenibili, moderni e funzionali, in cui ritrovare il giusto compromesso tra design, innovazione e rispetto dell’ambiente. Un valore aggiunto è rappresentato dalla personalizzazione degli arredi, un aspetto che permette di beneficiare di soluzioni su misura perfette per rafforzare la personalità del proprio ambiente domestico o lavorativo.

Next Post

La classifica di Serie A: giocatori top e flop nella prima parte di stagione 2021 – 2022

Il campionato italiano sta mettendo in scena uno spettacolo entusiasmante con ricche sorprese e novità sia per quanto riguarda le statistiche delle singole squadre che la qualità dei giocatori. Per quanto riguarda lo scettro del 2020 inteso come anno solare, Vlahovic è il re indiscusso, il vero campione, non solo […]
giocatori top e flop nella prima parte di stagione 2021 2022