Conte rassicura sulla possibilità di andare in vacanza

redazione

Dopo quasi due mesi di quarantena, la prospettiva di restare anche tutta l’estate rinchiusi in casa appare insostenibile alla maggior parte di noi.

Certo ormai la fase 2 procede spedita e, se la curva dei contagi si mantiene stabile o scende, si potrà presto procedere a riaprire tutto, ma la domanda è una sola: si potrà andare in vacanza?

Al momento appare alquanto irrealistico poter volare dall’altro capo del mondo o partire in crociera, ma il premier Giuseppe Conte ci ha tenuto a rassicurare tutti noi: sarà possibile andare al mare ed in montagna.

“Quest’estate non staremo al balcone e la bellezza dell’Italia non rimarrà in quarantena. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele”, ha detto intervistato dal Corriere della Sera.

Conte rassicura sulla possibilita di andare in vacanza

Per i dettagli però bisognerà aspettare ancora qualche giorno. “Attendiamo l’evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione” ha fatto sapere il presidente del consiglio.

Conte però non nasconde neppure che quelli che arriveranno “saranno mesi molto difficili, siamo di fronte alla prova più dura dal Dopoguerra. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose”, spiega il premier, che sulla ricaduta economica della pandemia aggiunge: “Il governo ce la sta mettendo tutta e continuerà a operare con la massima determinazione per garantire la tenuta sociale ed economica del Paese e renderlo più competitivo, più equo e inclusivo”.

Next Post

In Lombardia aumentano le terapie intensive

Fin dallo scoppio dell’epidemia di Coronavirus, la Lombardia è stata tra le regioni più colpite: le province lombarde sono quelle che hanno pagato il tributo più alto per quanto riguarda il numero di contagiati ma anche di vittime. Per fortuna nelle ultime settimane la situazione è migliorata, ma comunque la […]
In Lombardia aumentano le terapie intensive