Il bosone Madala e l’interazione con la materia oscura
Il bosone Madala e l'interazione con la materia oscura

Il bosone Madala e l'interazione con la materia oscuraLa scoperta: il bosone Madala e l’interazione con la materia oscura.

Oltre al celeberrimo bosone di Higgs e quello successivo X, è stato ora scoperto il bosone chiamato Madala.

Questo avrebbe la capacità di interagire con la materia oscura, che dovrebbe costituire circa un quarto della materia di tutto l’universo.

La scoperta è stata fatta al Cern di Ginevra da un team di fisici sudafricani dell’High Energy Physics Group di Johannesburg.

La conferma è stata annunciata sul sito ufficiale dell’Asi, l’Agenzia Spaziale Italiana. Il risultato è stato ottenuto utilizzando il superacceleratore del Cern, facendo collidere più particelle a velocità prossime a quelle della luce, cioè 300.000 chilometri al secondo.

Bruce Mellado, coordinatore del gruppo di scienziati sudafricani, ha spiegato: “L’ipotesi del Bosone Madala è stata formulata dal nostro gruppo in collaborazione con scienziati di India e Svezia, sulla base di una serie di caratteristiche e peculiarità dei dati comunicati dagli esperimenti di LHC”.

“La fisica oggi, prosegue Mellado, si trova a un bivio, come ai tempi di Einstein e dei padri della meccanica quantistica, quando la fisica classica aveva fallito nel tentativo di spiegare tutta una serie di fenomeni, e si rese necessario rivoluzionarla con nuovi concetti, come la relatività e la meccanica quantistica”.

You May Also Like

Il Buco Nero al Centro della Via Lattea: il mostro ripreso dal VLT

Il Buco Nero al Centro della Via Lattea: il mostro ripreso dal…

Profughi climatici in arrivo, 50 milioni entro il 2020

Entro il 2020 arriveranno in Europa 50 milioni di profughi climatici. Non…

Exomars, tutto ok nella stazione meteo Dreams

Missione Exomars, tutto ok nella stazione meteo Dreams. Le cose procedono come…