Mangiarsi le unghie: donna perde il pollice per il cancro
Mangiarsi le unghie donna perde il pollice per il cancro

Una donna avrebbe perso il suo pollice dopo una diagnosi di cancro che si ritiene possa essere causata dall’abitudine di mangiarsi le unghie

Chiunque abbia mai avuto (o ha ancora) l’abitudine da mangiarsi le unghie sa quanto sia difficile rinunciare a questa tipologia di comportamento compulsivo. Ci sono innumerevoli tecniche che cercano di placare tale comportamento, la più comune è quella di utilizzare uno smalto dal sapore amaro, ma molto spesso l’impulso è veramente troppo forte. Se c’è qualcosa che può motivare un cambiamento, è il racconto di una donna davvero allarmante, arriva direttamente dall’Australia dove l’abitudine di mangiarsi le unghie di una giovane donna ha portato ad un particolare cancro della pelle e alla soluzione dell’amputazione del suo pollice.

Courtney Whithorn, una studentessa di 20 anni, era solita mangiarsi le unghie per anni come risposta ad un fattore di stress, come riporta The Sun. In particolare la ragazza insisteva sulla parte del pollice destro tanto da in pratica tirare via l’unghia che una volta ricresciuta sembrava sottile come la carta, Whithorn conferma di aver notato che l’area centrale dell’unghia era diventata nera. Fu a quel punto che cercò un trattamento medico per ragioni estetiche.

Ho visto due chirurghi plastici, e stavano pensando di rimuovere l’unghia per sbarazzarsi del nero e poi applicare un innesto di pelle su di esso così almeno sarebbe stato del colore della pelle“, rivela Whithorn a The Sun . “Ma prima del mio primo intervento chirurgico per rimuovere il letto ungueale, i medici hanno confermato che c’era qualcosa che non andava e hanno deciso di fare una biopsia“.

Dopo la biopsia e diversi test aggiuntivi, i medici hanno stabilito che Whithorn aveva un tipo di cancro della pelle chiamato melanoma subungualale lentiginale acrale e lo hanno collegato al danno che aveva fatto mordendosi le unghie. I medici hanno eseguito due interventi chirurgici: uno per rimuovere il letto ungueale come inizialmente previsto, e un altro per assicurarsi che tutte le cellule maligne fossero rimosse. Hanno seguito le procedure con una scansione PET e la rimozione di due linfonodi per garantire che il melanoma non si fosse diffuso.

La pigmentazione dal mio pollice aveva viaggiato, ma nessuna delle cellule maligne si era propagata“, dice Whithorn parlando dei risultati del linfonodo, spiegando che indicavano che il cancro era in fase di diffusione. “Perché aveva iniziato a diffondersi, l’unica opzione rimasta era l’amputazione.

Due settimane fa, il pollice di Whithorn è stato rimosso chirurgicamente sopra la nocca, e oggi dovrà sottoporsi a regolari scansioni PET e analisi del sangue nei prossimi cinque anni per verificare la ricomparsa delle cellule cancerose.

Non ci sono abbastanza dati statistici per dire quale sia il tasso di sopravvivenza o quale sia la probabilità che ritorni perché non ne sappiamo molto”, dice a The Sun.

Il tipo di cancro con cui è stato diagnosticato Whithorn è raro tra la popolazione generale, anche se è in realtà il tipo più comune di cancro della pelle diagnosticato in persone con tonalità della pelle più scure, secondo la dermatologa di Miami Roberta Del Campo . “Il melanoma lentiginous acrale (ALM) è una forma di cancro della pelle che si sviluppa sui palmi delle mani, le piante dei piedi e/o sotto le unghie“, conferma al quotidiano Allure . “Quando si verifica intorno alle unghie e alle unghie dei piedi, è chiamato melanoma subunguale.

Ted Lain , un dermatologo di Austin, si unisce alla descrizione di Del Campo, aggiungendo che può essere una forma particolarmente mortale di cancro della pelle. “Tende a verificarsi più comunemente nei pazienti afroamericani e viene diagnosticato in una fase successiva poiché la consapevolezza di questo tipo di cancro è così bassa“, anche se per onore di cronaca, Whithorn è bianca.

Anche se l’ALM non è molto comune, non è da sottovalutare che l’infortunio all’unghia possa portare al cancro. “Qualsiasi tipo di trauma costante può portare a continue infiammazioni e danni, causando cellule anormali, che si moltiplicano e, per definizione, possono portare a cambiamenti cancerogeni“, spiega Del Campo. Ma quei cambiamenti cancerogeni non sono tipicamente attribuiti a ALM.

Trauma cronico e/o infiammazione è stato associato allo sviluppo del cancro della pelle, principalmente al carcinoma a cellule squamose“, afferma Lain. E mentre quel trauma cronico può, come ora sappiamo, essere causato anche da un forte e duratura morsicatura delle unghie, i diversi tipi di lesioni e condizioni sono di solito da biasimare. “Questo è più specificamente visto nelle ustioni e nelle ulcere croniche“.

Anche se non stai vedendo una crepa nell’unghia, Lain sollecita i pazienti a fissare un appuntamento non appena si nota un cambiamento di colore. “Qualsiasi nuovo segno marrone o pigmentato sotto un’unghia che non sia un livido dovrebbe essere valutato da un dermatologo.”

fonte@Allure.com

I contenuti scritti da più autori contemporaneamente vengono pubblicati su Italiaglobale a firma della redazione.

You May Also Like

Chiara Ferragni solo acqua ma le polemiche non finiscono mai

Nel bene e nel male, l’importante è che se ne parli: in…

Dieta: Limoni perchè mangiarne regolarmente

Uno studio scientifico ha spiegato perchè dovremmo mangiare regolarmente più limoni. Uno…

Maturità, ecco la dieta dello studente per ritrovare l’energia necessaria

Per moltissimi queste settimane sono già di vacanza ma per tanti 18enni…