Monza, scovata baby gang accusata di 12 rapine

Angela Sorrentino

Ai figli oggigiorno si cerca di dare tutto, tutto quello di cui hanno bisogno ed anche il superfluo, convinti che questo possa farli crescere bene e felici, ma troppo spesso non ci si rende conto che, se il tutto non è accompagnato anche da una sana educazione, si rischia di assistere a degenerazioni.

Sempre più ragazzini, infatti, viziati ed annoiati, si riuniscono in gruppo con l’unico scopo di far danni e nuocere al prossimo: delle vere e proprie baby gang capaci anche di gesti atroci ed insensati.

Ma accade anche l’esatto opposto: baby gang si formano tra ragazzi che non hanno un presente e soprattutto un futuro.

Nelle scorse ore, i carabinieri di Monza Brianza hanno arrestato 4 minorenni accusati di 12 rapine aggravate, una tentata rapina aggravata, un furto aggravato e porto abusivo di armi.

La baby gang prendeva di mira le vittime, di età compresa tra i 13 e i 16 anni, accerchiandole e minacciandole con coltelli per prendere loro denaro e cellulari. 

Ad accomunarli la mancanza di una famiglia capace di insegnargli i giusti valori alle spalle: i quattro minorenni arrestati hanno infatti alle spalle contesti familiari problematici, con genitori separati, gravati da precedenti penali, hanno percorsi scolastici discontinui, segnati da abbandono degli studi e senza alcuna solida prospettiva futura. ffffffffff

Next Post

Carabiniere, i killer sono 19 enni americani

La giornata di ieri è stata a dir poco straziante per l’Arma dei carabinieri ma anche per l’Italia intera, che ancora una volta ha mostrato tutta la sua insofferenza e il suo razzismo. Purtroppo, come hanno riportato tutte le testate nazionali, un giovane carabiniere, Mario Cerciello Rega, 35 enne di […]