Napoli, Matteo Renzi incontra la delegazione del Rione SanitàMatteo Renzi a Napoli a confronto con la delegazione del rione Sanità.

Don Angelo Berselli, leader del movimento “Un Popolo in Cammino”, a margine dell’incontro avuto presso la Prefettura di Napoli ha dichiarato: “Abbiamo chiesto sicurezza sociale, scuole aperte anche il pomeriggio e prospettive di lavoro”.

La preoccupazione è grande per un quartiere che si macchia quasi ogni giorno di sangue, e spesso di innocenti. L’ultima strage l’altra sera, con due morti e tre feriti.

Don Berselli, dopo le denunce e gli impegni presi dal premier Renzi, ha detto pure: “Siamo abbastanza soddisfatti per gli impegni che sono stati assunti dal premier. Per quanto riguarda l’apertura delle scuole, i tempi potrebbero essere anche molto brevi”.

Attenderemo con fiducia sperando che ci siano segnali concreti anche per gli altri due punti da noi evidenziati.

All’incontro era presente anche Antonio Cesarano, il padre di Genny, il giovane di 17 anni ammazzato lo scorso settembre con un colpo di pistola, senza che avesse alcuna colpa, vittima di criminali senza scrupoli che sparavano all’impazzata per intimidire le persone.

Questo è purtroppo il rione Sanità. E migliorarlo, Renzi a parte, non sarà facile.