Oscar 2016, Leonardo Di Caprio: fermiamo il riscaldamento globaleNella 88esima edizione degli Academy Awards, Leonardo Di Caprio si è aggiudicato l’Oscar come Miglior attore.

E’ stata una sorpresa il discorso del protagonista del film The Revenant – Redivivo diretto da Alejandro González Iñárritu.

Leonardo Di Caprio, quando ha ricevuto l’ambita statuetta, nel suo discorso di ringraziamento ha lanciato un accorato appello: tutti insieme dobbiamo fare qualcosa per fermare il riscaldamento globale.

The Revenant – Redivivo aveva ricevuto ben dodici candidature all’Oscar, ed è stato definito un autentico inno alla natura e alla sua forza.

The Revenant è un kolossal che ha convito tutti non solo per le immagini, la fotografia, i luoghi e le interpretazioni, ma proprio per la storia. Alejandro González Iñárritu ha raccontato le vicende di un uomo, che lotta per la sopravvivenza in una natura impervia, incorrotta, maestosa e, perciò, incredibilmente meravigliosa.

Leonardo Di Caprio già al Golden Globe come Migliore attore in un film drammatico, aveva dedicato il premio alla popolazioni indigene, che in diverse regioni del mondo lottano per salvaguardare le proprie terre.

Anche in quell’occasione Di Caprio aveva parlato di cambiamenti climatici. Un ambientalismo, quello dell’attore, che senza nulla togliere alla nobiltà del suo intento, è legato sicuramente al film che gli ha regalato per la prima volta un Oscar.

Ecco le parole di Di Caprio al momento della premiazione

E infine voglio solo dire questo: girare The Revenant è stato capire meglio il rapporto dell’uomo con il mondo naturale. Un mondo che noi abbiamo “sentito” collettivamente nel 2015 come l’anno più caldo della storia”.

“La nostra produzione ha dovuto spostarsi nella punta meridionale più estrema di questo Pianeta solo per riuscire a trovare la neve. Il cambiamento climatico è reale, sta accadendo in questo momento . E’ la minaccia più urgente che dove affrontare la nostra specie, e noi abbiamo bisogno di lavorare tutti insieme senza più indugiare”.

“Dobbiamo sostenere i leader di tutto il mondo che non parlino per conto dei grandi inquinatori , ma che parlino per tutta l’umanità , per le popolazioni indigene di tutto il mondo , per i miliardi e miliardi di persone svantaggiate là fuori che sono maggiormente colpiti da questa condizione. Per i figli dei nostri figli , e per quelle persone là fuori la cui voce è stata soffocata dalle politiche di avidità “.

“Vi ringrazio tutti per questo fantastico premio stasera . Cerchiamo di non dare questo pianeta per scontato. Io questa sera non lo do per scontato. Grazie mille”.