Per Berlusconi ci sarà battaglia, bisogna tornare la votoPer Silvio Berlusconi ci sarà battaglia e si deve tornare al voto.

Per il leader di Forza Italia, di ex Forza Italia prima versione, dell’ex Pdl, e ora della nuova versione di Forza Italia, “il 2016 sarà l’anno della battaglia contro il regime di sinistra che ha sospeso la democrazia.

Siamo tornati al disco rotto del regime di sinistra, in tempi, fra l’altro, nei quali l’accusa principale per Renzi è esattamente l’opposto, cioè che è troppo spostato a destra, oltre al fatto che i voti del Pd vengono rastrellati in buona quota parte proprio a destra.

Ma il buon Silvio, noncurante, e forse anche un po’ a corto di idee, in un’intervista al Giornale, dice pure che “è necessario sciogliere le Camere e tornare alle urne”.

L’impegno di Berlusconi e di Forza Italia “è quello di riportare Forza Italia sopra al 20% per vincere le elezioni con il centrodestra, superando al primo turno il 40% dei voti”.

Tutto bello, tutto a posto, impeccabile, se non fosse che col passare del tempo per l’ex Cavaliere il problema di fondo sta diventando sempre meno politico e sempre più anagrafico. Forse la cosa che conta di più.