Perseverance raccoglie un secondo campione di roccia marziana

redazione

Il rover Perseverance, di stanza su Marte, ha prelevato un secondo campione di roccia marziana e ha condotto un’analisi iniziale, lo ha riferito venerdì l’agenzia spaziale statunitense Nasa. I campioni sono “probabilmente vulcanici con accenni di sali che potrebbero contenere acqua stantia“, ha scritto la NASA su Twitter.

Lunedì, Perseverance aveva già raccolto il primo campione di roccia marziana, che è stato chiamato Montdenier. Due giorni dopo, il secondo campione è stato prelevato dalla stessa roccia, è stato annunciato sabato. Al secondo campione è stato dato il nome Montagnac e, come Montdenier, sarà conservato in un apposito contenitore tubolare.

Perseverance raccoglie un secondo campione di roccia marziana
foto@Wikimedia

L’agenzia spaziale americana vuole trovare prove, attraverso Perseverance, che i microbi hanno vissuto sul pianeta rosso. Il rover marziano, a sei ruote, è atterrato in un cratere sul pianeta alla fine di febbraio, dopo un programma di sviluppo di otto anni costato circa 2,12 miliardi di euro.

La sua area di lavoro è il cratere Jezero dove miliardi di anni fa, quando l’acqua sarebbe passata su Marte, un fiume potrebbe essere confluito in un lago. Il rover della Nasa è dotato di più di venti telecamere e di un trapano.

Next Post

Quali sono i sintomi di possibili problemi cardiaci

Il cuore è l’organo principale del sistema circolatorio, poiché pompa il sangue in tutte le parti del corpo mediante una regolare contrazione per pompare il sangue e distribuirlo nel corpo attraverso i vasi sanguigni, pertanto è importante mantenerne la salute e l’attività e consultare un medico quando si avverte un […]
Quali sono i sintomi di possibili problemi cardiaci