Putin è un corrotto, l’accusa dell’amministrazione ObamaPer l’amministrazione Obama il Presidente russo Vladimir Putin è un corrotto.

Il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest, nel suo briefing quotidiano, ha detto che “il giudizio di un dirigente del Dipartimento del Tesoro Usa in questo senso, riflette al meglio la visione dell’amministrazione”.

L’accusa è molto grave, e prende spunto dalla BBC, che aveva riportato le dichiarazioni di Adam Szubin, sottosegretario facente funzione al Tesoro Usa. Szubin, tra l’altro, ha anche la delega su terrorismo e crimini finanziari. Quel che si direbbe un competente in materia.

Szubin aveva senza mezzi termini accusato il Presidente russo di essere corrotto, del quale fatto Washington già sarebbe a conoscenza da diversi anni.

Da parte sua Mosca aveva reagito all’accusa, che considera accusa ufficiale, affermando che “getta un’ombra sul Ministero del Tesoro Usa”.

Insomma, si rende ancor più palese quello che si era venuto manifestando negli ultimi anni, e cioè la mancanza di sintonia, per usare un eufemismo, fra il Presidente Usa Barak Obama e quello russo Vladimir Putin.

Di là dei convenevoli e delle prese di posizione più o meno ufficiali, fra i due non c’è mai stata grande comunicazione né molta simpatia, oltre ad aver avuto visioni divergenti in tema di politica internazionale. E forse adesso si capisce anche meglio il perché.