Rosetta perde definitivamente Philae sulla cometaLa sonda Rosetta perde definitivamente il lander Philae, che si trova sulla cometa 67/p Churyumov Gerasimenko.

Il lander si era adagiato sulla cometa il 12 dicembre 2014. Aveva cominciato a trasmettere immagini e dati a Rosetta, che orbita intorno alla cometa, e da Rosetta poi alla Terra.

Ma non tutto è andato nel migliore dei modi, perché il lander era atterrato in una zona dove è difficile vedere la luce del sole. Questo vuol dire non poter ricaricare le batterie dei pannelli solari che monta a bordo. Quindi, chiusura delle comunicazioni, tranne qualche reviviscenza per brevi periodi.

Ma complessivamente il successo della missione è stato straordinario. Se solo si pensa che l’uomo è riuscito a mandare un proprio robot su una cometa, ci si rende conto dei fenomenali progressi nel campo scientifico che l’umanità ha compiuto negli ultimi decenni.

E comunque è stato un successo almeno all’80%, tenendo conto di tutte le attività pianificate e di quelle portate a termine.

Tra l’altro, sono state riprese delle immagini straordinariamente dettagliate della superficie della cometa, oltre all’analisi di campioni del terreno cometario, tra l’altro effettuata con strumentazione italiana.