Vasco Rossi, il suo rock dallo stadio al cinema

Eleonora Gitto

Vasco Rossi, il suo rock dallo stadio al cinema “Tutto in una notte/Live Kom 015” di Vasco Rossi è in programmazione in 280 cinema italiani e ci resterà solo fino al 16 marzo.

Il concerto girato allo Stadio San Paolo di Napoli lo scorso luglio allo stadio San Paolo di Napoli è diventato un film.

Il Live Kom in Naples è stato girato allo stadio San Paolo a cavallo tra la notte del 3 e del 4 luglio 2015. Ben undici telecamere hanno ripreso l’evento in stile cinematografico.

Non si tratta, dunque, della classica riproduzione di un concerto, ma di un vero e proprio music-film.

L’evento, a parte la presenza scenica e la bravura del rocker italiano, è stato eccezionale anche per altri motivi. Intanto, come spiega lo stesso Vasco: “erano undici anni che non davano più il San Paolo alla musica, forse perché l’ultima volta lo avevano dato a me…”.

E poi perché: “E’ stato il tour dei record e dei topless ma tranquille, abbiamo provveduto a pixelare tutto”, dice scherzando il cantante riferendosi al fatto che durante la sua fortunata tournée ha autografato di tutto: dischi, magliette, fotografie, cappelli e persino reggiseni.

Il film arriva quasi in contemporanea con l’uscita del nuovo singolo del cantante di Zocca: Il blues della chitarra sola.

Ai microfoni di Radio 105, a proposito di questo brano ha detto: “E’ una canzone molto importante per me – ha spiegato – perché è un po’ il modo con cui in realtà io scrivo le canzoni. Quando una chitarra sola comincia a parlare sola, parla di te e parla molto francamente, per cui dice anche delle cose che tu non hai piacere di sentire. Ti dice la verità. E’ la chitarra che mi possiede”.

Next Post

Cervello, il fattore tempo per limitare i danni neurologici

Il fattore tempo è indispensabile per limitare i danni al cervello in caso di problemi neurologici. E questo sia in fase di diagnosi che di prevenzione. E’ questo uno dei punti centrali della sesta settimana mondiale del cervello, che si celebrerà da oggi fino al 20 marzo, promossa dalla Società […]
Cervello, il fattore tempo per limitare i danni neurologici