WhatsApp, la rivoluzione si chiama Photo Editor
WhatsApp, la rivoluzione si chiama Photo Editor

WhatsApp, la rivoluzione si chiama Photo EditorPer WhatsApp ci sono in arrivo grandi novità: la rivoluzione della versione beta si chiama Photo Editor.

Con la versione beta su WhatsApp arriva anche un Photo Editor. Finalmente ci siamo. Dopo tanta attesa, la versione beta è scaricabile sullo smartphone.

Anche su WhatsApp, dunque, si potranno modificare le foto e aggiungere tanti elementi.

Il servizio di messaggistica istantanea allunga il passo e si adegua all’evoluzione dei selfie e delle immagini.

Con Photo Editor è possibile aggiungere sticker e inserire disegni o testo da “scrivere” a mano libera attingendo a una tavolozza di colori molto ampia.

Il nuovo strumento ricorda molto Paint, al punto di sembrare una versione avanzata di questo. Su WhatsApp, però la vecchia “gomma” è sostituita da un pulsante “annulla operazione”.

Utilizzare il nuovo Photo Editor è facile per tutti ma per i fruitori di Snapchat sarà addirittura familiare giacché posizione e funzionamento dei bottoni sono pressoché uguali nelle due app.

Per utilizzare le nuove funzioni di WhatsApp basta scattare una foto, oppure sceglierne una dalla galleria, e premere il pulsante per la modifica dell’immagine.

Oltre alla già presente possibilità di ritagliare l’immagine, da qui si ha accesso a tutte le funzionalità di elaborazione grafica.

L’ultima versione beta per Android, si può scaricare accedendo gratuitamente al programma di prova o dal sito APK Mirror.

 

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online. Presidente presso Comunicazione e Territori scarl

You May Also Like

Eclissi di sole, il 9 marzo sarà totale e unica

Mercoledì 9 marzo ci sarà la prima e unica eclissi totale di…

Il primo aprile Apple festeggia i suoi 40 anni

Il primo di aprile, ma non è uno scherzo, Apple festeggia i…

Lowbrasys, aria più pulita con i freni ecologici

Allo studio un nuovo sistema frenante a basso impatto ambientale, ecco il…