Alta tecnologia medica, ricostruito un femore con un omero donato

Alta tecnologia medica, ricostruito un femore con un omero donatoAlta tecnologia medica, ricostruito un femore con un omero donato.

Il paziente, sottoposto due anni fa a intervento, era un bimbo di sei anni con un osteosarcoma primitivo, un tumore alle ossa di una certa gravità.

Il bimbo era stato sottoposto a intervento chirurgico con ricostruzione del femore tramite un omero proveniente da un donatore, attraverso la “banca dei tessuti”.

Adesso il ragazzino ha otto anni e ha terminato le cure oncologiche. E’ tornato a una vita normale.

La notizia è stata data solo in questi giorni per ragioni di privacy e perché all’epoca era il più piccolo paziente in assoluto sottoposto a questo tipo di intervento.

L’operazione era avvenuta nel reparto chirurgia oncologica ortopedica della città della salute a Torino.

Spiega il Dott. Giuseppe Maria Milano, esperto in osteosarcomi dell’ospedale Bambin Gesù di Roma: “Si fanno circa 20, 25 interventi all’anno in questo ospedale per malattie oncologiche alle ossa. Di questi, circa un terzo vengono trattati con osso di banca, nei bambini sotto i 15 anni, gli altri due terzi sono protesizzazioni”.

“L’utilizzo con osso da banca è preferibile e si effettua ormai da anni in tutti quei pazienti pediatrici in via di sviluppo e crescita”.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.